Qualche volta può capitare che, mentre siamo collegati ad internet, ci sembri che la navigazione non sia abbastanza fluida e veloce e che le pagine dei siti si aprano con lentezza.

Al di là eventuali malfunzionamenti del router o dei problemi alla rete, che dipendono dal provider e che vanno risolti rivolgendosi all’assistenza tecnica del proprio gestore, esistono alcuni accorgimenti che possiamo prendere per fare in modo che la nostra connessione sia più veloce e reattiva. Adesso vedremo alcuni consigli per rendere più veloce un’adsl lenta.

Cambiare i server DNS può essere un primo passo importante per ottimizzare la velocità di navigazione, ma cosa sono di preciso? Quando ci connettiamo ad internet ogni pagina che visitiamo è identificata da un indirizzo IP composto da un codice numerico difficile da ricordare, quindi per rendere più semplici le cose per gli utenti sono stati creati i DNS (Domain Name System) che hanno la funzione di “traduttori” e permettono di visitare le pagine dei siti inserendo il loro indirizzo testuale, come ad esempio www.youtube.it.

Questi server devono farsi carico di un’enorme mole di lavoro per cui possono influire negativamente sulle prestazioni della propria connessione e rendere particolarmente lenta l’apertura delle pagine, per questo cambiarli può risultare molto utile.

Guida al cambio Server DNS con Windows 7 e Windows 8

Per cambiarli utilizzando un sistema operativo Windows 7 o Windows 8, dovrai compiere questi semplici passaggi:

  • Clicca con il tasto destro del mouse sull’icona di rete, vicino all’orologio in basso a destra.
  • Seleziona “apri centro connessioni di rete e condivisione”.
  • A questo punto seleziona il nome della propria rete e poi clicca su “proprietà”.
  • Tra le varie voci presenti nella nuova finestra clicca due volte su “protocollo internet versione 4”.
  • Spunta la casella “Utilizza i seguenti indirizzi server DNS” e inserisci gli indirizzi del server desiderati.

Lista degli indirizzi più usati e veloci

Qui di seguito traverai gli indirizzi server DNS più utilizzati sul web.

Open DNS

preferito: 208.67.222.222
alternativo: 208.67.220.220

Google DNS

preferito: 8.8.8.8
alternativo: 8.8.4.4

Telecom Italia

preferito:85.37.17.51
alternativo 85.38.28.97

Una volta inserito il codice che abbiamo scelto, basta cliccare su “ok” e poi riavviare il computer, e a questo punto le pagine dei siti internet si apriranno più velocemente rendendo la navigazione più fluida.

Tra le altre operazioni che possiamo fare per migliorare la velocità di navigazione abbiamo l’installazione di un browser rapido come ad esempio Google Chrome, gratuito e facile da usare. E’ possibile scaricarlo dal sito ufficiale ed in pochi click sarà installato e pronto per essere usato, e tra le varie funzioni disponibili c’è anche la possibilità di associare al browser il proprio account Google in modo da sincronizzare i dati di navigazione (come ad esempio i preferiti, la cronologia eccetera) con tutti i dispositivi su cui è installato.

Un altro consiglio che possiamo dare è di tenere il pc sempre pulito, dato che un computer eccessivamente appesantito risulta lento nello svolgere qualsiasi operazione, tra cui appunto l’apertura delle pagine web. Per questo raccomandiamo di eliminare file e programmi inutili ed effettuare periodicamente una pulizia accurata utilizzando uno dei tanti programmi che consentono di ottimizzare il sistema e renderlo più leggero e veloce.

Attenzione anche ai virus: infatti spesso i problemi di lentezza derivano proprio da virus e malware annidati nei nostri pc, quindi bisogna cercare innanzitutto di fare attenzione ai siti che si visitano e ai files che si scaricano dalla rete e dotarsi di un buon antivirus che possa bloccare ogni eventuale programma sospetto, ed effettuare periodicamente una scansione del nostro computer per controllare se ci sono virus nell’hard disk che possano esserci sfuggiti.

Infine, un ultimo consiglio è quello di tenere la banda libera disconnettendo quando possibile tutti gli altri dispositivi come smartphone e tablet, in modo da riservare l’intera connessione ad un solo sistema per volta.