Quando si parla di investimenti non si è mai sicuri al 100% perché un margine di rischio minimo, per quanto siano garantiti, c’è sempre. Allora se si ha del capitale da investire, la cosa migliore è pensare a quali forme d’investimento siano più sicure, non in assoluto, ovviamente, ma in relazione ad altri prodotti finanziari.

L’obiettivo quindi è quello di guadagnare senza troppi rischi che, dati i tempi che corrono, non sono certo pochi. Bisogna perciò trovare il giusto compromesso tra guadagno e rischio, ad esempio investendo in uno strumento finanziario un po’ meno remunerativo ma più sicuro di altri. Ma questa resta comunque una scelta esclusivamente personale.

Da un punto di vista oggettivo, invece, oltre alla tipologia del prodotto finanziario, bisogna prestare attenzione all’istituto presso il quale si sottoscrive l’investimento. In quest’ottica Unicredit investimenti, non può che rappresentare una sicurezza.

Il Gruppo Unicredit, soluzioni sicure

Il Gruppo Unicredit, che ha ora una delle quote di mercato più ampie all’interno dell’area ‘Europa’, offre logicamente un ampia scelta per investire i propri soldi che va dalle soluzioni più remunerative a quelle più sicure. Nelle prime è possibile annoverare il trading online e i fondi anche assicurativi (tra cui il noto Pioneer).

Per quanto riguarda i prodotti finanziari più sicuri troviamo invece i Conti deposito, tutelati dal Fondo Interbancario di tutela dei Depositi (fino a 100 mila euro), i certificate a capitale protetto, i buoni fruttiferi e i Certificati di deposito (sempre tutelati dallo stesso fondo).

Ovviamente, a fronte della sicurezza, bisogna mettere in conto che molti di questi sono soggetti a ritenuta fiscale, che ne limita parzialmente il  rendimento.

Anche qui è necessario trovare il giusto equilibrio tra quanto si è disposti a rischiare e quanto a guadagnare gestendo in maniera equilibrata il proprio portafoglio e prediligendo, tra gli investimenti Unicredit, quelli con capitale garantito e con un rendimento apprezzabile.

A riguardo focalizziamo l’attenzione sul Conto risparmio flessibile (vedi anche Fineco Conto Deposito ) e sui Certificati di deposito Salvadanaio che sono anche tra i prodotti maggiormente a ‘misura di famiglia’.

Conti deposito: Conto risparmio flessibile

Questo conto deposito è vincolato per un orizzonte temporale di 24 mesi. Per quanto riguarda le caratteristiche peculiari abbiamo:

Spese di apertura 0
Durata del vincolo 24 mesi
Importo vincolato da 10.000 a 5.000.000 euro
Tasso annuo lordo a scadenza 0,10%
Versamenti aggiuntivi Non consentiti

Conto Risparmio flessibile si può sottoscrivere solo utilizzando nuove disponibilità finanziarie, che non provengano dunque da altri rapporti in essere con la banca Unicredit.

Certificati di deposito Salvadanaio

I certificati di deposito sono una forma di deposito vincolato che genera interessi riscuotibili alla scadenza, unitamente al capitale o con una periodicità semestrale. La scadenza del vincolo non può essere superiore ai 60 mesi, si tratta quindi di investimenti a breve termine, tutto sommato. Il certificato può essere nominativo o al portatore.

Ecco le principali caratteristiche:

Spese di apertura 0
Spese di estinzione 0
Periodo di vincolo obbligatorio 6 mesi per certificati con durata di 24 mesi
Rendimento certo 1,50% lordo annuo assoggettato a imposta sostituitiva
Importo minimo investibile da 10.000 a 200.000 euro

Convenienza e sicurezza del Gruppo

Come già accennato, al di là della scelta del prodotto, prima di investire, bisogna fondamentalmente verificare le condizioni finanziare della banca (viste le recenti vicissitudini legate al Bail in di alcune banche italiane).

Unicredit ha un fatturato di 22.513 mln di euro (rif. anno 2014) ed un Cet1 pari al 10,53% (a fine 2015) che la rendono una banca sicuramente solida e sicura.