Stanchi della solita televisione? Avete bisogno di qualcosa che sappia essere più di un semplice trasmettittore di programmi televisivi? Apple ha pensato ad un prodotto innovativo capace di trasformare completamente il modo di pensare alla televisione.

La Apple tv è un apprecchio dalle dimensioni contenute che consente, una volta collegato al vostro apparecchio, di renderlo un vero e proprio centro multimediale.

Le principali caratteristiche della TV Apple

A livello musicale avere Apple TV significa avere a disposizione la vostra libreria iTunes con l’opportunità di arricchirla acquistando nuovi brani musicali che potrete poi condividere con gli altri dispositivi della casa di Cupertino.

Nondimeno potrete visualizzare le immagini ad un’ottima qualità e creare delle presentazioni. Se siete possessori di account Flickr potrete anche accedervi direttamente dalla vostra televisione e visualizzarne le gallerie.

Apple TV e Podcast

Il quid in più che conferisce alla Apple Tv un grado di multimedialità davvero elevato è rappresentato dalla possibilità di scaricare podcast e di avere così accesso ad un elevato numero di stazioni radio-tv e canali per la visualizzazione delle notizie divise per categorie.

Non poteva mancare anche l’accesso al portale video Youtube. Col telecomando è infatti possibile navigare in tutta tranquillità tra i video più popolari della rete.

I limiti e le aspettative deluse

Analizzandone attentamente le caratteristiche, Apple Tv non aggiunge poi tantissimo a quanto si può avere acquistando una Smart TV di ultima generazione.

Nonostante questo, il dispositivo è ancora venduto ed il motivo è da rintracciare nella possibilità di avere una versione sbloccata della Apple TV ( vedi Jailbreak Apple)che consente di far girare non soltanto i programmi sviluppati all’interno della casa di Cupertino ma anche software indipendenti.

La Apple TV, che secondo i rumors verrà lanciata proprio nel corso del 2015, non avrà, quindi, particolari novità soprattutto dal punto di vista tecnico e probabilmente deluderà le aspettative di coloro che si speravano in qualcosa di più.

Per ora con ogni probabilità ci si dovrà accontentare di piccoli passi avanti come l’apertura di uno store apposito per la televisione di Cupertino con software realizzati da terze parti e l’introduzione di una serie di accordi per la visione di contenuti in streaming (vedi Adsl migliore per streaming) che allargherebbero, e non di poco, le possibilità multimediali della Apple TV.

L’idea di Tim Cook sembra essersi ridimensionata notevolmente rispetto ai proclami iniziali ma non mancheranno certo le possibilità di sviluppo ulteriore. Apple ci ha già abituati a colpi di scena, per cui fino all’uscita ufficiale non si può dire.

Per quanto concerne il prezzo siamo molto sul vago. Probabilmente non sarà elevatissimo ma dovrà essere associato ad abbonamenti per i contenuti in streaming.