La piattaforma di trading di Ing Direct ha recentemente ricevuto un restyle che l’ha resa ancora più facile nell’utilizzo. E’ stata ulteriormente semplificata l’interfaccia, che comunque nella sua versione precedente aveva ottenuto opinioni e commenti molto positivi (vedi anche Miglior conto corrente giovani).

Tra le novità troviamo l’inserimento del servizio “push” che permette di essere sempre aggiornati sulla variazione dei titoli.

I servizi accessori che abbiamo a disposizione sono molto ben organizzati soprattutto sotto l’aspetto “informativo”: dati in real time, quotazioni, news, analisi, ecc. E’ possibile monitorare e gestire il proprio portafoglio 24 ore su 24, accedendo sia tramite pc che con l’app mobile (vedi anche Migliori app finanziarie).

Costi per il servizio di custodia e per l’operatività

Il conto titoli di Ing Direct (obbligatorio per poter fare trading) non prevede un costo di apertura, chiusura o di gestione. Quindi non ci sono costi o spese per la gestione e amministrazione dei titoli fissi nella versione di base, ma a carico del cliente rimane solamente la spesa dell’imposta di bollo dovuta per legge.

Altri costi e commissioni che non sono applicati sul servizio di trading di Ing Direct sono:

  • spese di comunicazione online
  • costi di distribuzione dei dividendi
  • commissioni per il pagamento delle cedole dei titoli di Stato
  • recupero spese per l’invio dei documenti contabili (sempre online).

Come sola spesa fissa quindi c’è quella del Book a 5 livelli, la cui attivazione va richiesta al call center, e prevede un contributo annuo di 10 euro. Gli strumenti finanziari su cui fare trading comprendono oltre alle azioni italiane, anche Etf, titoli azionari esteri, azioni europee, ed ovviamente principali obbligazioni, titoli di stato ecc.

Il risparmio che si può ottenere rispetto alle commissioni applicate dalle altre banche concorrenti per le operazioni di trading è in media pari ad almeno il 25%.

Il calcolo delle commissioni avviene con l’applicazione di importi differenti a seconda che il conto di trading Ing Direct sia collegato al Conto Arancio o al Conto Corrente Arancio. Con la versione del “conto corrente” si ha un sistema variabile fino alla quindicesima operazione, per poi passare a importi fissi (come indicato nella tabella qui di seguito). Invece con il Conto Arancio si ha solamente la commissione variabile.

Tipo di conto
Commissioni per ordine eseguito indipendentemente dal numero di operazioni Commissioni per ordine eseguito dalla 1° a 15° Commissioni per ordine eseguito dalla 16° a 50° Commissioni per ordine eseguito dalla 51° a 100° Commissioni per ordine eseguito dalla 101°
Conto Arancio
Conto corrente Arancio
0,19%, minimo 8 euro
8 euro
7 euro
6 euro