Ogni operatore è chiamato a garantire una velocità minima in upload o download e Tiscali non fa alcuna eccezione. Prima di sottoscrivere un contratto bisogna leggere con attenzione proprio la parte della velocità minima garantita, che può risultare, purtroppo, anche molto più bassa rispetto a quella indicata nelle varie offerte che indica in realtà la velocità massima presunta.

Detto questo, una volta sottoscritto un piano tariffario, per fare un test adsl Tiscali si possono utilizzare direttamente i servizi offerti dal provider oppure utilizzare alcuni programmi indipendenti, come la versione Beta di Speed test di Ookla oppure il programma ufficiale proposto gratuitamente dall’Agcom.

Come fare i test?

Per eseguire un test probante della propria connessione ci sono alcuni consigli da seguire. Questa breve guida proposta dai vari operatori può essere riassunta in sette punti e cioè:

  1. controllare di essere connessi direttamente al proprio modem/router preferibilmente con cavo ethernet;
  2. accertarsi di aver spento oppure disabilitato la connessioni wi-fi del proprio modem o router, ed anche apparati di tipo “Set ToP Box per servizi di IPTV”;
  3. scollegare dalla connessione tutti i pc o altri device lasciando collegato solo quello con il quale si vuole fare il test;
  4. evitare di usare il traffico VoIP durante il test adsl;
  5. chiudere le applicazioni pesanti (sia per Ram che per Cpu) e le applicazioni che consumano la banca dati lasciando aperto solo il browser con il quale fare il test;
  6. aver spento/disabilitato applicazioni che si collegano automaticamente a internet;
  7. accertarsi di essere collegati alla presa principale dell’impianto.

A questo punto si potrà decidere con quale sistema effettuare il test adsl Tiscali, con delle ovvie differenze a seconda che si sia già utenti e si voglia controllare l’effettiva velocità di navigazione oppure se si sta valutando la possibilità di scegliere un’offerta adsl Tiscali come nuovo operatore.

Solo per i già clienti

Per usufruire di questo tipo di test bisogna per prima cosa loggarsi entrando nell’area clienti. Per farlo non si deve far altro che inserire le proprie credenziali per entrare nell’area MyTiscali.

Qui si dovrà cliccare sulla funzione del test per lanciarlo e nel giro di qualche secondo si avrà il dato sulla velocità in upload, download ed indicazione del ping.

Per chi non è già cliente

Sempre collegandosi al sito ufficiale di Tiscali si può effettuare il test della velocità della propria connessione, senza essere già clienti Tiscali. Che senso avrebbe farlo? La ragione è anche questa volta semplice: con questo test si può testare la “qualità” della propria connessione facendo attenzione in particolare al ping. Se il cavo è deteriorato, la presa si trova in un ambiente molto umido, ecc, non si potrà mai sperare di raggiungere con i vari operatori una connessione stabile e veloce.

Il programma per provare l’adsl di Agcom

Tutti gli speed test proposti dai provider, compresi quelli indipendenti reperibili sul web, devono specificare che la prova ottenuta non ha valore legale. Che cosa significa? Che se si ha una connessione che è al di sotto della soglia minima garantita per poter agire verso il provider (per ottenere una risoluzione del contratto o per ottenere un miglioramento del servizio), questi dati non hanno validità.

Per avere una prova ufficiale va necessariamente usato il programma, sempre gratuito, che si chiama Nemesys. Questo software è frutto della collaborazione tra Fondazione Ugo Bordoni, Agcom e l’Istituto superiore delle Comunicazioni. Come già detto è assolutamente gratis, ma va scaricato dal sito misurainternet.it. Come si può notare si hanno, in fase di download tre possibili scelte:

  • Misura certificata;
  • Misura non certificata;
  • Qualità della connessione in base alla Regione di appartenenza.

Qualsiasi sia la scelta fatta la prima cosa da compiere è la registrazione. Questa avviene usando l’apposito modulo reperibile dal sito ufficiale misurainternet.it ed attivando/autenticando l’account (cliccando sul link che verrà inviato alla casella di posta elettronica).

Il test con un programma indipendente

Tra i programmi più noti troviamo lo speed test creato da Ookla, che nella versione Beta è utilizzabile senza registrazione, semplicemente ‘lanciandolo’ online. Si dovrà innanzitutto andare sul sitobeta.speedtest.net.

Qui si deve semplicemente cliccare su Vai. A questo punto si dovrà attendere il risultato che sarà simile a quello proposto nella seguente immagine.

Attenzione! Come detto, anche in questo caso se il risultato non è soddisfacente, bisognerà comunque ‘ripassare’ per il programma Nemesys seguendo la procedura per ottenere il documento di velocità certificata. Solo a questo punto è possibile far valere i propri diritti con il provider dopo aver logicamente confrontato la velocità minima riportata sul proprio contratto.

Test adsl per operatore