Quante volte a casa installando una linea internet abbiamo avuto a che fare  con un “filtro adsl”, oppure ci siamo ritrovati questo dispositivo collegato alla presa telefonica dopo che un tecnico è venuto ad installare la linea? Con questo articolo vogliamo spiegare e far sì che gli utenti scoprano cos’è il filtro adsl, la sua importanza e come usarlo.

Per prima cosa dobbiamo chiarire qual è la differenza tra “splitter adsl” e “filtro adsl”, solitamente tendiamo a confondere i due dispositivi e chiamarli entrambi filtri adsl e anche se non è del tutto sbagliato la differenza è molto semplice ma importante per installare una linea a banda larga e sostanzialmente si può dire che per quanto riguarda il filtro adsl abbiamo un’entrata che riceve sia linea telefonica che dati mentre come uscita restituirà solo una linea telefonica invece lo splitter adsl è dotato di un’uscita per la linea telefonica ed anche di un’altra uscita separata per la linea dati.

Che cos’è uno splitter adsl?

Il traffico dati a banda larga normalmente viaggia attraverso una linea telefonica normale tramite il consueto doppino telefonico, che non è altro che il cavo che arriva dentro casa nostra con i classici fili bianco e rosso e termina con la classica presa telefonica. Tramite questi fili vengono veicolati dei segnali che vengono trasmessi dalla centrale dell’operatore nelle nostre abitazioni e solitamente con lo stesso filo vengono trasmessi sia il traffico voce che quello adsl.

Per far sì che questi due segnali trasmessi non vadano ad ad influenzarsi a vicenda bisogna installare un piccolo dispositivo che filtra il segnale e e permette di separare la linea voce da quella internet dalla presa telefonica presente nella nostra abitazione. Quindi in pratica lo Splitter adsl anche detto filtro adsl è il dispositivo che serve a separare la linea dati da quella di traffico voce. Nel caso in cui non si usi uno splitter adsl la linea telefonica risulterebbe disturbata da fruscii o fastidiosi fischi e d’altro canto la linea internet potrebbe non risultare performante e avremmo parecchie cadute di connessione.

Come bisogna usarlo?

Per prima cosa dobbiamo vedere che tipo di presa telefonica abbiamo nella nostra abitazione:

  • Se abbiamo una presa rj11 allora abbiamo bisogno di un filtro adsl che somiglia ad una scatolina, ad una estremità abbiamo un cavetto con indicazione linea che dobbiamo agganciare alla presa telefonica di casa, mentre all’altra estremità avremo due uscite. Nella presa adsl dobbiamo collegare il modem ed in quella telefonica il telefono fisso.
  • Nel caso in cui nella nostra abitazione ci sia una presa telefonica tripolare allora abbiamo bisogno di un filtro adsl che ad un’estremità presenterà una presa tripolare mentre per quanto riguarda le uscite la configurazione è la stessa del filtro con rj11ù. Questo tipo di filtro adsl solitamente viene installato frapponendosi tra la presa tripolare a muro e la presa tripolare dell’apparecchio telefonico e sarà presente in basso un’uscita rj11 per il modem adsl.

Consigli utili

Dobbiamo specificare che se nella nostra abitazione sono presenti più derivazioni telefoniche dovremo installare un filtro adsl ad ogni presa telefonica, per fortuna il dispositivo splitter adsl ha un costo molto basso. Precisando possiamo dire anche che se abbiamo una linea solo internet non abbiamo bisogno di uno splitter adsl ma basta collegare un filtro adsl con la sola uscita dati.

Per ovviare a questo problema però potremmo installare lo splitter adsl a monte dell’impianto in modo da separare le due linee dati e traffico voce, in questo modo oltre a non dovere installare per ogni presa un filtro adsl, in caso di malfunzionamento di una linea la manutenzione risulterà molto facile perchè le linee sono separate.