Il condizionatore è uno strumento che è entrato a far parte della nostra quotidianità a tal punto da non poterne fare a meno. La sua utilità nelle giornate di caldo opprimente è evidente. Tornare a casa quando fuori ci sono 35 gradi e poter usufruire di temperature relativamente fresche è un grosso aiuto per il nostro organismo.

Come tutte le macchine anche il condizionatore ha bisogno di manutenzione se non si vuole rischiare spiacevoli sorprese, da quello dell’auto a quello domestico.
Vediamo insieme le principali cose da sapere per pulire i filtri del vostro condizionatore (vedi anche Manutenzione caldaia).

1 – Quando fare la manutenzione?

Per prima cosa, prendete il vostro calendario e nel mese di Aprile o Maggio segnatevi “manutenzione condizionatore”. Questi sono, infatti, i mesi migliori per procedere alla manutenzione dell’apparecchio, perchè sono i mesi che precedono l’estate e il clima non è ancora caldo per richiederne l’accensione.

2- Materiale da avere a portata di mano

Per la pulizia dei filtri dovrete procurarvi una spazzola con setole morbide per non rovinare l’apparecchio e uno spray igienizzante, ancora meglio se deodorante. Altra cosa da fare per la sicurezza è staccare la corrente elettrica. Mi raccomando non dimenticate questo passaggio!

3- Localizzare i filtri

Per chi non l’ha mai fatto la prima domanda che ci si pone è: dove si trovano i filtri? Molto semplicemente sono posti dietro lo sportello frontale del vostro condizionatore. Per aprirlo localizzate le fessure e, a seconda del modello (lg, Mitsubishi, Aermec, Zephir, ecc), tirate o verso il basso o verso l’alto.

4- Pulizia filtri vera e propria

Una volta aperto lo sportello avrete davanti a voi i due filtri. Il primo che troverete e quello antipolvere. Dovrete estrarlo con molta cautela e lavarlo in acqua corrente con un sapone neutro e sfregando con la spazzola morbida per fare andare via gli accumuli di sporco.
Una volta pulito, lasciatelo asciugare all’aperto.
Estraete l’altro filtro che è quello con i carboni attivi e che ha come funzione principale quella di eliminare i cattivi odori. La sua struttura è molto simile all’altro filtro e anche i criteri per pulirlo sono gli stessi. Non resta che l’ igienizzazione del vostro apparecchio. Prendete lo spray e spruzzatelo all’interno del condizionatore soprattutto nelle alette.

5 – Ultimi passi

Dopo aver rimontato nell’ordine i filtri il consiglio è quello di tenere acceso il condizionatore e di aprire le finestre in modo da consentire l’aerazione delle stanze (vedi anche Caldaie murali).

Approfondimenti

Torna alla pagina principale della sezione: Come ridurre i consumi del condizionatore.