Forse non ne avete mai sentito parlare, ma la vostra utenza del gas è identificata con un codice, che indica fisicamente dove arriva il gas: esso si chiama PDR. Scopriamo insieme a cosa serve e come potete fare per entrarne in possesso.

Che cos’è nello specifico questo codice?

Come abbiamo appena accennato, questo acronimo che per esteso sta a significare punto di riconsegna, indica il punto fisico dove l’utente accede al gas, e serve ad esempio al gestore del servizio quando è necessario fare qualche operazione.

Esso viene assegnato dal distributore non appena è avvenuto l’ allacciamento e la posa del contatore ed è composto da 14 cifre. 4 sono identificative del codice dell’impresa, mentre le altre 10 sono legate all’utente finale.

Quando viene dato?

Come già accennato, è dato al momento di allacciare il gas grazie alla tubazione che collega la vostra casa alla tubazione nazionale. Viene installato un contatore che controlla i consumi ed associato alla casa: è ovviamente singolo ed unico. Non appena l’utenza è attiva (vedi Come attivare la fornitura di Gas), il PDR ed il contatore vengono collegati con l’intestatario del contratto. E se traslocate? Il numero resterà associato a quella casa.

In quali casi è necessario usare il punto di riconsegna?

Bisogna fornire al proprio fornitore il codice del punto di riconsegna se si deve effettuare il subentro o magari la disdetta del contratto del gas.

Dove lo trovo?

Ci sono due modi diversi per accedere a questo codice. Potete leggerlo ad esempio nelle bollette (vedi Come si calcola la bolletta del gas?), all’interno dei dati sulle caratteristiche della fornitura. Se al momento siete senza una bolletta sottomano, potete chiamare il fornitore, ovviamente dotato di un numero verde e dare il nome dell’intestatario e l’indirizzo della fornitura ((vale per tutti, Eni, Acea, ecc).

Vi verrà immediatamente comunicato il vostro codice di PDR. Altra soluzione è inviare una richiesta scritta, ed avere un fax di ritorno. Non è possibile invece andare direttamente a vederlo sul contatore del gas come si fa invece con l’elettricità. Solo in alcuni casi è possibile trovare il cartellino sul contatore stesso. In generale quindi la conoscenza del PDR avviene senza contatore.

In cosa si differenzia il Punto di riconsegna dal Punto di consegna?

È importante, se dovete consultare il PDR, di non confonderlo con il Punto di Consegna o PDC, legato anch’esso alla bolletta. Questo infatti indica il punti di connessione tra la rete di trasporto del gas a media pressione e quella ad alta pressione ed è lo stesso per tanti utenti. Il punto di riconsegna è invece unico e contraddistingue proprio la vostra utenza.