È più di un anno ormai che Netflix è sbarcato dopo anni di attesa in Italia. Tutti ne abbiamo sentito parlare e sappiamo a grandi linee che cos’è, ma vediamo di descrivere con precisione il servizio e, soprattutto, di capire quanto costa oggi lo streaming online ed on demand più famoso del mondo (vedi anche Migliore adsl per streaming).

Cos’è Netflix e come funziona

Netflix è un’azienda nata nel lontano 1997 con obiettivi diversi rispetto a quelli attuali, in quanto offriva un servizio di noleggio di DVD e di videogiochi che venivano spediti via posta al domicilio di chi li richiedeva. La particolarità rivoluzionaria già allora consisteva nell’offrire ai propri clienti la possibilità di noleggiare una quantità illimitata di film o giochi a fronte di un abbonamento mensile onnicomprensivo.

È nel 2008 che Netflix introduce il servizio di streaming on demand, ovvero la possibilità di vedere i film direttamente via internet utilizzando la connessione, sempre utilizzando la formula dell’abbonamento mensile che permette di vedere quanti film si vogliono di quelli disponibili in catalogo, anche più d’una volta, proprio come se fossero DVD, fermando la riproduzione e riprendendola quando lo si desidera. Il tutto, inoltre, senza le fastidiose interruzioni pubblicitarie.

Basta dunque avere un dispositivo connesso alla Rete per poter sottoscrivere l’abbonamento con Netflix e godere in tutta tranquillità dei contenuti messi a disposizione dall’azienda. Con smartphone, tablet, smart TV, console di videogiochi, blu-ray disc o i set-top box che convertono la TV in smart TV ed una connessione di buona qualità è possibile vedere sia in italiano che in altre lingue film, serie TV, lungometraggi e tutta la ricca produzione della stessa azienda.

Abbonamenti Netflix

Fin da prima del suo esordio in Italia avvenuto il 22 ottobre del 2015 Netflix ha messo a disposizione il listino prezzi che comprende tre forme di abbonamento, a seconda delle varie necessità della famiglia:

  • abbonamento Basic: visione illimitata di contenuti in qualità SD, Slow Definition, su un solo dispositivo a 7,99 € al mese;
  • abbonamento Standard: visione illimitata di contenuti in qualità HD, High Definition, su due dispositivi in contemporanea a 9,99 € al mese;
  • abbonamento Premium: visione illimitata di contenuti in qualità 4K, 4 volte la risoluzione di un Full HD, su quattro dispositivi in contemporanea a 11,99 € al mese.

Interessante la possibilità di abbonarsi per un mese gratuitamente al fine di testare sia la qualità della connessione a disposizione, sia quella del catalogo di Netflix. E’ possibile disdire l’abbonamento in qualsiasi momento, anche durante il periodo di prova gratuito senza obblighi o penali.

Requisiti necessari per Netflix

L’unica difficoltà che potrebbe presentarsi e che potrebbe impedire una buona fruizione dei servizi di Netflix è la connessione non sufficientemente potente che renderebbe difficile la visione in streaming. L’azienda raccomanda, infatti:

  • una connessione di almeno 3 Mbit al secondo di velocità per lo streaming in SD;
  • una connessione di almeno 5 Mbit al secondo di velocità per lo streaming in HD;
  • una connessione di almeno 25 Mbit al secondo di velocità per lo streaming in 4k.

Netflix utilizza comunque una tecnologia adattiva, ovvero in grado di misurare l’ampiezza della banda della connessione che viene utilizzata e adattare la risoluzione del contenuto trasmesso al fine di ottenere il massimo risultato (vedi anche Velocità Internet con Fibra Ottica).

I contenuti di Netflix non possono essere scaricati e visti offline ed è consigliato l’utilizzo di una connessione con abbonamento flat a banda larga per poter godere di una qualità sufficiente delle immagini senza consumare i Gigabyte a disposizione; è bene ricordare infatti che i film hanno dimensioni in bit notevoli che incidono notevolmente in caso di connessione a consumo.