Con oltre 10 anni di servizi offerti nel mondo dei sistemi di pagamento, Neteller ha raggiunto percentuali molto alte di utenti, con oltre 200 Paesi raggiunti dai suoi prodotti e ponendosi come un’alternativa a Paypal (vedi anche Condizioni conto Western Union). Questo marchio è gestito dalla Paysafe Financial Services Limited, che a sua volta è di proprietà della Paysafe Group Plc, operante grazie ad un’autorizzazione rilasciata dalla FCA.

Che cosa è?

Neteller è un conto di pagamento elettronico. Per poterlo utilizzare non si deve far altro che registrarsi creando un proprio account e determinando le credenziali. Sarà in seguito sufficiente fare il login per poter operare in sicurezza entrando nella propria area personale. Fin dall’apertura del conto questo è già attivo e viene subito abbinato ad un Iban.

Quindi dopo la registrazione e l’apertura del proprio conto si potranno immediatamente ricevere ed effettuare dei trasferimenti di denaro. Le somme depositate saranno anche prelevabili e spendibili richiedendo una delle tipologie delle carte prepagate associabili, disponibili sia nella versione fisica che in quella virtuale.

Costi e commissioni

La determinazione dell’importo delle commissioni dipende sia dal tipo di servizio che si vuole utilizzare che dalle modalità che si scelgono per “ricaricare” il proprio conto. La scelta è una delle più ricche che possiamo incontrare con ben 64 alternative differenti delle quali i circuiti Mastercard e Maestro da una parte e Visa e Visa Electron dall’altra, o il bonifico bancario, rappresentano solo una delle tante alternative.

Come accennato ciascun sistema prevede commissioni differenti, che complessivamente vanno da un minimo di 1% ad un massimo del 9%. Nel solo caso di trasferimento operato tramite una banca locale si potrà contare sulla ricarica a zero commissioni (vedi anche Servizi di Internet banking). Alcuni sistemi sono disponibili solo in alcuni Paesi, e in altri stati ci sono comunque delle restrizioni. Per quanto riguarda i sistemi più diffusi troviamo sempre le varie possibilità offerte da Mastercard e Visa per i quali rispettivamente come commissioni avremo:

  • Maestro, Mastercard credit card o carta prepagata da 2,25% a 4,95%;
  • Visa e Visa Electron da 1,9% a 4,95%.

Queste commissioni sono legate alle sole opzioni di trasferimento mentre per i prelievi i costi sono ulteriormente differenti e prevedono:

  • bonifico bancario in uscita: costo da 7,5 a 25 euro;
  • trasferimento bancario: 7,5 euro;
  • pagamento: zero commissioni;
  • money transfer: 1,9% con un costo massimo di 20 euro;
  • prelievo con la carta Neteller + prepaid: gratuito o con commissione 1,7%.

Le carte: virtuale e fisica

Si può collegare al conto sia la carta virtuale (del tipo usa e getta) che una carta fisica. Scegliendo la carta virtuale si hanno delle limitazioni di importo maggiori ma la prima richiesta è gratuita. Solo alla seconda in poi si pagherà un costo di rilascio di 2,5 euro. Scegliendo invece la carta fisica si paga il costo di emissione di 10 euro che comprende però anche quello di spedizione.

Ovviamente la prepagata virtuale permette solo di effettuare i pagamenti ma non i prelievi possibili solo con la versione fisica. Entrambe le card funzionano sul circuito Mastercard e come presupposto necessario per poter richiedere la versione fisica si deve essere titolari di un conto verificato. Con un conto verificato nel caso della prepagata virtuale, si hanno delle limitazioni meno stringenti per l’impiego, sia per numero di operazioni che per importo spendibile. Per quanto riguarda i vari costi previsti facciamo un confronto attraverso la seguente tabella:

Neteller+ prepagata fisica
Neteller+ prepagata virtuale
Pagamento diretto (sia online che in negozi fisici)
Gratis
Gratis
Commissione per il cambio valuta
3,99%
n.d.
Commissione di prelievo
1,75%
n.d.
Costo emissione
10,00€
2,50€ solo dalla seconda carta
Costo sostituzione
10,00€
Non previsto

Le due versioni di carta affrontano anche dei limiti differenti che sono molto più elevati nel caso delle carte virtuali che sono pensate solo per effettuare dei pagamenti di importo contenuto. In particolare i limiti sia temporali che di importo sono:

Neteller+ prepagata fisica
Neteller+ prepagata virtuale
Numero di acquisti
max 10 per 24 ore
4 per carta se non verificato, altrimenti 10
Importo per acquisto
2700 euro max ogni 24 ore
max 180 euro ogni 24 ore se non verificato, altrimenti 6300 euro
Importo massimo per singola carta
n.d.
720 euro (se il conto è verificato si sale fino a 10500 euro e un massimo di 30 acquisti da farsi ogni 4 giorni)
Numero prelievi
4 al giorno
n.d.
Massimo importo per prelievo
900 euro al giorno
Non previsto

Alle commissioni va eventualmente aggiunta quella di inattività che viene applicata dal tredicesimo mese consecutivo di inattività del conto stesso. Periodicamente tramite un sistema di raccolta punti, di concessione di sconti o di proposta di promozioni esclusive, gli utenti che utilizzano Neteller hanno la possibilità di accedere a dei vantaggi dedicati.

Se poi si rientra in uno dei profili Vip che vengono determinati in funzione degli importi trasferiti ai commercianti, allora i vantaggi e gli sconti, oltre che una vasta gamma di servizi dedicati, aumentano.

Conto verificato o non verificato: differenze e vantaggi

Quando si effettua la sola registrazione e si apre il conto Neteller non si ha un conto verificato. Per le limitazioni imposte dalle varie normative vigenti nei vari Paesi un conto non verificato è sottoposto ad elevate restrizioni, anche nell’impiego del conto stesso. Per poter passare da un conto non verificato ad uno verificato la procedura è piuttosto semplice ed anche la tempistica non è lunga.

Infatti si deve per prima cosa fare un deposito, quindi si deve impostare la funzione delle domande di sicurezza selezionando per prima cosa la funzione “Verifica il Suo conto”.
Il passo successivo prevede il click sul link che riporta la dicitura “Invia documenti di verifica dell’identità”. Si deve selezionare il tipo di documento e tutti i dati ad esso associati, compresi la data di scadenza. A questo punto si deve scegliere la funzione “Continua”.

Il sistema apre la finestra per poter caricare i documenti. Non appena sono pronti per la procedura di caricamento si dovrà selezionare la voce “Avvia verifica”. Si deve ricordare che vanno scannerizzati e caricati tutti i ‘lati’ del documento. Ad esempio per la carta d’identità va scannerizzato sia il fronte (dove è riportato il numero di documento e il nominativo) che la parte interna e quella posteriore con data di scadenza. I tempi per la verifica vanno da un minimo di 1 ad un massimo di 3 giorni.