Gli appassionati di musica hanno a disposizione un gran numero di modi per ascoltare i brani dei propri cantanti preferiti, infatti oltre ai sistemi tradizionali come radio e compact disc da qualche anno si è diffusa grazie ad internet l’abitudine di ascoltare la musica in formato digitale. È possibile infatti scaricare sul proprio computer i brani preferiti in formato mp3 ed ascoltarli comodamente utilizzando un qualsiasi dispositivo compatibile oppure si può usufruire di uno dei tanti servizi nati di recente che permettono di accedere ai contenuti musicali desiderati direttamente in streaming su internet, ed attualmente il più popolare di questi servizi è senza dubbio Spotify.

Che cos’è?

Spotify è una piattaforma digitale che mette a disposizione degli utenti un vastissimo catalogo di canzoni di svariati artisti di ogni genere ascoltabili in streaming e che permette inoltre di usufruire di funzioni molto interessanti come la possibilità di creare playlist o condividere la propria musica preferita con gli amici tramite i social network; per poterlo utilizzare è necessario scaricare il programma dal sito ufficiale ed installarlo sul proprio pc.

Come funziona?

Una volta collegati al sito bisogna cliccare sull’apposito pulsante per poter scaricare il programma e poi installarlo sul proprio dispositivo. Completata la procedura d’installazione bisognerà creare un account che potrà essere ex-novo inserendo i propri dati oppure si potrà utilizzare l’applicazione effettuando l’accesso con il proprio account di Facebook.

Esistono tre tipi diversi di account disponibili per poter utilizzare Spotify, uno gratis (“Free”) e due a pagamento (“Unlimited” e”Premium”), che mettono a disposizione degli utenti funzioni differenti.

  • L’account Free è gratuito e permette di ascoltare musica in streaming senza pagare, ma con la presenza di alcune interruzioni pubblicitarie tra una canzone e l’altra. Fino a poco tempo fa, dopo sei mesi dall’iscrizione veniva attivato un limite di utilizzo di 10 ore mensili che poteva essere rimosso attivando un piano a pagamento, adesso questo limite non esiste più.
  • L’account Unlimited non presenta alcuna interruzione pubblicitaria ed ha un costo di 4,99 euro al mese
  • L’account Premium presenta le stesse caratteristiche dell’Unlimited ma con alcune opzioni aggiuntive: la qualità dei brani viene alzata a 320 kbps, è l’unico account che consente di utilizzare il servizio anche su dispositivi mobile ed offre la possibilità di scaricare i brani sul proprio dispositivo per poterli ascoltare anche quando non si è online. In questo caso è necessario effettuare il login almeno una volta ogni 30 giorni in modo da dimostrare di avere un account Premium attivo. Il piano Premium si può provare gratuitamente per il primo mese, al termine dei 30 giorni di prova scatterà il rinnovo automatico al costo di 9,99 euro al mese disattivabile manualmente dal sito.

Opzioni aggiuntive

Spotify consente di utilizzare alcune interessanti funzioni aggiuntive che rendono la fruizione del servizio più agevole, ad esempio è possibile creare una propria playlist dei brani scelti in modo da poterli ascoltare in qualsiasi momento senza doverli andare a cercare ogni volta, inoltre sono disponibili alcune app scaricabili utili per migliorare il servizio; se avete associato a Spotify il vostro account Facebook potrete condividere i brani che state ascoltando con i vostri amici del social network che quindi avranno la possibilità di visualizzare i titoli delle canzoni inserite nelle vostre playlist.

Ricordiamo infine che Spotify è legale (quindi nel rispetto della Siae ecc.): ad ogni artista è infatti riconosciuto un compenso proporzionale al numero di ascolti registrati.

Radio online

Un altro modo per poter ascoltare musica in rete è collegarsi al sito di una radio online, praticamente tutti i maggiori network radiofonici consentono di seguire la loro programmazione dalle web radio presente nei loro siti internet ufficiali; in questo modo ogni appassionato di musica può facilmente trovare con pochi click i brani dei generi che preferisce utilizzando un dispositivo qualsiasi che possa connettersi ad internet, con una qualità del segnale elevata che non risente dei disturbi di trasmissione tipici delle tradizionali apparecchiature radio.