Il 2015 si apre all’insegna del risparmio nel mercato libero gas (vedi Risparmiare bolletta del gas). Il gas naturale è certamente uno dei costi fissi più sostanziosi che un consumatore privato si trova a sostenere all’interno della propria casa. Infatti, nonostante le differenze fra Nord e Sud Italia, dettate soprattutto dalla diversa distribuzione dei consumi, il gas resta la spesa domestica maggiore (superando di gran lunga quella della luce). Proprio per questa ragione, risparmiare su questa voce può incidere in maniera significativa sul bilancio di un nucleo familiare (Vedi Tariffe gas più convenienti).

Mercato libero Gas e maggior tutela: le statistiche premiano la liberalizzazione

Nonostante le tariffe in regime di maggior tutela abbiano cercato di tenere il passo rispetto a quelle offerte dalle società operanti all’interno del mercato libero, ad oggi, continua a non esserci possibilità di concorrenza fra le due. Infatti, l’Autorità Garante, pur avendo aggiornato nel 2014 il prezzo del gas naturale, non è riuscita neppure ad avvicinarsi alle tariffe proposte dal mercato libero, continuando a risultare, come si direbbe in alcuni casi, “fuori mercato”.

Quantificando le cifre, il risparmio per chi ha scelto il mercato libero si attesterebbe intorno all’8-10% con picchi sostanziosi soprattutto a Nord, nelle regioni del Trentino Alto Adige o del Friuli Venezia Giulia, dove le temperature più rigide per buona parte dell’anno, costringono i consumatori ad un utilizzo più cospicuo dell’acqua calda e del gas naturale per il riscaldamento.

Trasformando le percentuali in cifre, possiamo dire che in Italia:

  • Un single che vive in un monolocale di 50 mq ed ha un consumo di circa 520 Sm3, passando al mercato libero risparmia in media 40€ all’anno;
  • Una coppia che vive in un appartamento di 100mq ed ha un consumo di 1.380 Sm3, passando al mercato libero risparmia in media 110/120€ all’anno;
  • Una famiglia che conta due o tre figli e vive in una casa di 150 mq, con un consumo medio di 2.100 Sm3, passando al mercato libero risparmia in media 180€ all’anno.

Mercato libero Gas: nel 2015 in testa c’è Enel Energia

Sebbene non si possa sostenere che l’offerta di un gestore possa essere perfetta per ciascun profilo d’utenza, secondo le indagini condotte in ogni regione d’Italia, si può affermare come dato oggettivo, che nel primo trimestre del 2015 a vincere su tutte le compagnie è Enel Energia.

Enel Energia è riuscita a mettere a punto, attraverso E-Light Gas, attivabile on line e con prezzo bloccato per 12 mesi, un’offerta convincente per ogni tipologia di consumatore.
Difatti, confrontando la tariffa di Enel Energia con quella proposta dall’Autorità Garante per la maggior tutela il risparmio e la convenienza appaiono molto evidenti:

  • E-Light Gas di Enel Energia: 0,259€/Sm3
  • Maggior Tutela: 0,4343€/Sm3

La differenza, e soprattutto la possibilità di poter godere per 12 mesi di un prezzo bloccato, invoglia certamente il consumatore a passare al mercato libero Gas, tanto più che ad ottobre, l’Autorità Garante ha informato che ci sarà un rincaro sul prezzo in maggior tutela del gas dell’1,7%. Passare prima di subire il rincaro, conviene.