Essere in grado di effettuare la lettura del contatore Enel è importante per chiunque abbia un’utenza propria. In questa brevissima guida vi spieghiamo come è fatto il contatore e come può essere letto.

Contatore Enel: com’è fatto?

Innanzitutto diciamo che si tratta di uno strumento elettronico in grado di registrare il consumo esatto dell’energia elettrica della vostra casa. Al centro è presente un display: premendo il pulsante che si trova alla sua destra, potete visualizzare tutta una serie di informazioni importanti ed utili. Se guardate l’angolo in basso a sinistra e notate la presenza di “L1” significa che il contatore funziona alla perfezione, se invece c’è il simbolo “!” significa che c’è qualche problema.

A sinistra del display ci sono due luci: gli indicatori di consumo. Se lampeggiano c’è energia elettrica. Se sono accesi e fissi manca l’elettricità da almeno 20 minuti. In basso al centro c’è il dispositivo per il controllo della fornitura di energia elettrica.

In alto a destra infine c’è un’interfaccia ottica, che però viene utilizzata solo da un operatore autorizzato.

Come si effettua la lettura del contatore?

Per prima cosa, prima di effettuare la lettura, controllate l’indicazione L1, per vedere se sta funzionando. Ora non dovete fare altro che schiacciare il pulsante situato sulla destra del display, per vedere una dopo l’altra le pagine di lettura del contatore.

La prima volta che si preme il pulsante, compare la dicitura “numero cliente” ed a seguire il vostro codice identificativo. Se premete ancora, si va a visualizzare la tariffa: se c’è la sigla T3 avete una tariffa fissa, se compare T2 è una tariffa bioraria.

Possono poi comparire: F1 per le ore dalle 8.00 alle 19.00 nei giorni feriali, la F2 per le ore dalle 7,00 alle 8,00 e dalle 19,00 alle 23,00 sempre nei giorni feriali, e infine la F3 per gli orari che vanno dalle 00,00 alle 7 e dalle 23 alle 24 di tutti i giorni, sia festivi che feriali.

Premendo una terza volta visualizzate la potenza istantanea che viene continuamente aggiornata (ogni due minuti). Alla fine si arriva a “lettura-potenza”: qui potete finalmente scoprire i vostri consumi nel periodo attuale. Ad ogni F visto prima (trifase) fa riferimento una A: quini l’a1 fa riferimento a consumi di fascia F1, a2 per quelli F2 e a3 per la F3. Se premete per l’ultima volta il pulsante vedrete il consumo del mese precedente.

Insomma, effettuare la lettura del proprio contatore Enel è davvero semplice: tutti voi ne sarete senza dubbio capaci.