Investimento e rischio, sono due concetti che camminano a braccetto. Infatti nel ricchissimo panorama dei prodotti studiati per soddisfare le esigenze di piccoli e grandi risparmiatori, spesso è difficile comprendere davvero quali siano le migliori scelte da effettuare per investire senza mettere a repentaglio le proprie somme (vedi ad esempio Conto Arancio).

Una difficoltà che cresce ancora di più se si pesa l’appeal dei prodotti ai tassi proposti, quasi nulli, che se da un lato possono essere considerati più che protetti, dall’altro sono poco stimolanti sul fronte dei guadagni. Quindi qual è la scelta migliore per risparmiare senza rischi scegliendo i migliori investimenti sicuri? Scopriamola insieme, sia che si tratti di prodotti disponibili in banca, che tramite Poste Italiane.

Capitale garantito: quali prodotti possono assicurarlo

Se la volontà del risparmiatore è quella di non perdere nemmeno un centesimo durante il periodo di investimento allora è necessario orientare l’attenzione verso i conti di deposito, i libretti bancari ed i buoni postali fruttiferi.

Tali strumenti, infatti assicurano per loro forma e natura, un rendimento liquido senza mai registrare una perdita, anche se il poter parlare di alto rendimento tranne pochi casi limite è impossibile. Alzando l’asticella delle aspettative, ma mantenendo il livello di rischio sempre molto basso, troviamo i Buoni ordinari del tesoro e gli Exchange Traded Fund (Etf) che hanno il vantaggio di contabilizzare le rivalutazioni d’interesse giorno dopo giorno.

E’ chiaro come tali strumenti portino vantaggi e garanzia del capitale nel breve periodo, ma con un orizzonte temporale più lungo il rischio di erosione degli importi, a causa dell’inflazione, crescerà.

Mercato finanziario: come fare per contenere i rischi e massimizzare i guadagni

Nel mercato finanziario si possono trovare, senza dubbio, le migliori opportunità per investire in modo sicuro senza rischiare troppo. Farlo, però, è tutt’altro che semplice. Innanzitutto è necessario capire quanto sia fisiologico correre qualche rischio di perdita, soprattutto nel brevissimo periodo, se l’obiettivo è ottenere guadagni reali nel lungo.

Il vero risparmio, infatti, è quello che protegge il capitale negli anni e non viene annacquato dal tradizionale andamento inflazionario. Per massimizzare i guadagni è necessario pianificare con attenzione gli importi da destinare agli investimenti: un portafoglio bilanciato quando si entra nel mercato tra i titoli a tasso nominale e quelli indicizzati all’inflazione è la miglior ricetta per contenere i rischi di oscillazione, senza rinunciare alla possibilità di guadagnare una discreta somma, sempre dormendo sonni tranquilli.

Un esempio di paniere ideale potrebbe contenere i classici Btp, che rappresentano la prima categoria di prodotti, uniti ai Btpei indicizzati, che, negli ultimi mesi del 2014 ed inizio 2015, sono andati davvero a ruba sul mercato. A voi la scelta.