L’uso di connessioni presso internet point dovrebbero essere fatte con estrema cautela, in quanto il rischio di veder i propri dati captati da persone male intenzionate rimane sempre concreto, indipendentemente dalle precauzioni messe in atto. Quindi il miglior consiglio è che le consultazioni di dati o siti come quelli bancari o di trading, dovrebbero avvenire solo da rete domestica, oppure tramite proprio pc o smartphone e relativa connessione. E’ possibile usare gli internet point per leggere e consultare dei siti, ma facendo sempre attenzione a non lasciare tracce né sul pc e né sulla schermata del monitor.

Consiglio 1: impostare firewall e non lasciare tracce

Per prima cosa bisognerebbe ricordarsi di attivare il firewall di windows o del mac. Quindi bisogna disabilitare le funzioni che prevedono la memorizzazione delle password. Una volta terminata la navigazione bisogna cancellare la cronologia, fare pulizia di tutti i cookies e i file temporanei.

Consiglio 2: attenzione alle informazioni sul monitor

Non bisogna mai allontanarsi dal proprio pc, nemmeno per breve tempo, lasciando informazioni sullo schermo dei propri dati. Ed anche se si è di fronte al monitor bisogna essere cauti e controllare se c’è qualcuno vicino o nei pressi che potrebbe leggerli sulla schermata.

Consiglio 3: usare una casella di posta “usa e getta”

Poter usufruire del protocollo SSL sarebbe una buona cosa per la sicurezza, ma si tratta di un tipo di supporto a volte macchinoso da ottenere. La via più semplice, se si deve consultare la mail quando si è lontani da casa ad esempio, è quello della doppia e-mail, ovvero tenere un indirizzo di posta elettronica dove ottenere informazioni o mantenere rapporti per chi è a casa, ma senza scambiare informazioni importanti (ad esempio di lavoro, bancarie, ecc).

Consiglio 4: attenzione alle “abitudini”

Quando si è soliti impiegare il pc per seguire la situazione bancaria, per fare acquisti, ecc, si è anche portati a replicare queste azioni ovunque ci si trovi. Invece quando si usano le connessioni pubbliche bisogna snaturarsi, per cui non bisogna mai ed in nessuna occasione salvare i propri dati di accesso in un sito. Inoltre non bisogna entrare in siti in cui si è abituati a fare acquisti online, che prevedono l’inserimento dei dati delle carte di pagamento in modo permanente.

Consiglio 5: non lesinare in sicurezza

Le banche online usano connessioni crittografate (siti https), il che dovrebbe lasciare tranquilli indipendentemente da dove ci si connetta. Tuttavia sul computer possono essere installati programmi che hanno il compito di memorizzare qualsiasi informazione, codice, ecc. In questi casi, se proprio non si ha altra scelta, bisogna ancora di più essere prudenti, attenendosi alle procedure di sicurezza consigliate dalla banca stessa, dalla fase di login a quella di logout, evitare comunque di usare il codice segreto per poter fare delle operazioni, ma eventualmente limitarsi alla fase di consultazione, ed una volta rientrata l’emergenza, chiedere alla banca (o provvedervi in prima persona) di modificare i codici segreti.

Approfondimenti: Didendersi dal phishing e Acquisti online con internet pay.