Da tempo oramai la fibra ottica è diventata una realtà in gran parte del mondo, consentendo a molti internauti di poter navigare a velocità impensabili fino a pochi anni fa; nonostante la diffusione crescente di questa tecnologia sono ancora molte le persone che hanno dubbi e domande sul suo funzionamento e sui vantaggi che dovrebbe portare, per questo parleremo della fibra ottica cercando di descrivere le sue caratteristiche.

Cos’è la fibra ottica?

Un cavo di fibra ottica è costituito da un insieme di filamenti di vetro che possono condurre la luce e garantiscono la possibilità di trasmettere un maggior numero di informazioni a velocità elevate, risultando al tempo stesso più resistenti ai disturbi elettrici e alle variazioni delle condizioni atmosferiche, caratteristica che riduce al minimo la perdita di dati e rende i cavi più performanti e meno danneggiabili rispetto ai “doppini” di rame utilizzati per la trasmissione della tradizionale linea adsl.

Esistono due tipi di collegamento in grado di portare la fibra ottica nelle case degli utenti ed entrambi sono indicati con sigle differenti: FTTS (fiber to the street) e FTTH (fiber to the home).

Nel caso di un collegamento FTTS il cavo in fibra ottica parte dalla centrale e arriva fino al cosiddetto cabinet, cioè la centralina di prossimità, mentre l’ultimo tratto che va dalla centralina all’abitazione dell’utente è collegato con il classico “doppino” di rame della linea telefonica tradizionale; nel caso di un collegamento FTTH invece l’intera tratta dalla centrale all’abitazione dell’utente è totalmente coperta da cavo in fibra ottica, risultando in questo modo ben più performante ed in grado di garantire una connessione più stabile e veloce.

È disponibile dappertutto?

Quindi come abbiamo potuto vedere, purtroppo esistono dei casi in cui anche con la fibra ottica non è possibile sfruttare pienamente una linea internet superveloce a causa della dispersione del segnale durante l’ultimo tratto in rame di un collegamento FTTS, un tratto che dovrebbe essere di norma non superiore ai 250 metri di lunghezza ma che risulta essere ben maggiore soprattutto nei piccoli centri e in alcune zone lontane dalle grandi città.

Sfortunatamente in Italia l’arretratezza delle infrastrutture rende ancora poco diffusa questa tecnologia che sarebbe invece molto utile per poter usufruire di connessioni ad internet stabili e veloci; a causa della leggi che tardano ad adeguarsi alla velocità con cui la tecnologia si sviluppa e a causa delle burocrazia farraginosa che rallenta gli investimenti delle grandi aziende del settore, il cablaggio in fibra ottica è garantito solo parzialmente sul territorio nazionale limitandosi ad una copertura circoscritta principalmente alle grandi città.

Adesso vediamo nel dettaglio alcune delle tariffe proposte dai provider, ricordando che sono disponibili solo in alcune città e si consiglia di verificare la copertura prima di aderire.

Fastweb

Fastweb propone:

  • “Superjet” che offre navigazione internet illimitata con fibra fino a 100 mega in download con l’opzione ultrafibra inclusa gratuitamente per un anno, chiamate gratuite verso i fissi e 60 minuti al mese verso i cellulari al costo di 25,00 euro al mese per 12 mesi anzichè 45,37 euro.
  • “Joy” che offre navigazione internet illimitata con fibra fino a 100 mega in download con l’opzione ultrafibra inclusa gratuitamente per 6 mesi al costo di 19,00 euro al mese anzichè 29,24 euro.

Telecom

Telecom propone:

  • “Fibra” che offre internet illimitato fino a 30 mega in download, modem ultra internet incluso, telefonate illimitate verso tutti fissi nazionali con scatto alla risposta di 16,13 eurocent al prezzo di 29,00 euro al mese per 6 mesi anzichè 44,90 euro.
  • “Tutto fibra” che offre internet illimitato fino a 30 mega in download, modem ultra internet incluso, telefonate illimitate verso tutti i fissi nazionali senza scatto alla risposta al costo di 39,00 euro al mese per 6 mesi anzichè 54,90 euro.