La E-Postepay è uno dei tanti strumenti della nota linea di prodotti finanziari ideata da Poste Italiane. La peculiarità che la contraddistingue da tutti gli altri è, però, il fatto che si tratta di una “carta ricaricabile” esclusivamente virtuale, non dotata, cioè, di supporto fisico utile per fare prelievi o per pagare nei negozi.

Questa prepagata è infatti utilizzabile solamente sul Web per fare acquisti, può essere richiesta molto semplicemente sul sito di Poste Italiane e non richiede la presenza di un conto corrente d’appoggio. E’ inoltre completamente gratuita e rappresenta un valido strumento per pagare in tutta sicurezza i propri acquisti online.

Caratteristiche principali della card virtuale di Poste Italiane

Una volta inviata la richiesta, che può essere fatta veramente in pochi minuti, la E-Postepay viene immediatamente rilasciata: nello spazio riservato dell’area dedicata verranno inviati, in formato elettronico, i dati necessari della carta, quali il numero della stessa e le condizioni contrattuali che ne regolano l’utilizzo, mentre sul numero di telefono cellulare, che si è inserito in fase di registrazione, verranno inviati con un SMS la data di scadenza ed il cvc2 (il codice di sicurezza necessario per poter effettuare i pagamenti).

A questo punto la prepagata di Bancoposta può essere utilizzata esattamente come se fosse una carta ‘magnetica’, si potrà infatti:

  • ricaricarla attraverso i vari canali messi a disposizione;
  • utilizzarla per acquisti sul Web sui siti che accettano il circuito MasterCard, nel limite di 2.500,00 € annuali.

Ovviamente le somme che vengono trasferite sulla carta non possono essere prelevate. È possibile, però, sostituirla la con una Postepay NewGift e trasformarla, quindi, in una carta fisica vera e propria con la quale si possono fare anche prelievi, nel limite delle somme depositate. Il costo da corrispondersi per questa operazione è pari a 5,00 €.

Canali di ricarica

Di seguito i vari canali attraverso cui è possibile ricaricare la E-Postepay e le eventuali commisisoni dovute (per ulteriori info vedi Come ricaricare Postepay):

  • ufficio postale con contanti al costo di 1 €;
  • ATM di Poste Italiane con Postamat e Postepay al costo di 1 €;
  • su Poste.it se si è titolari di un conto corrente BancoPosta online al costo di 1 €;
  • su bancopostaclick.it se si è titolari di un conto corrente omonimo al costo di 1 €;
  • ricevitorie Sisal, tabaccherie abilitate e conti online al costo di 2  euro;
  • tramite il servizio SIMply Bancoposta al costo di 1 €;
  • a domicilio da portalettere abilitati da Poste Italiane al costo di 1 €.

Il plafond della e-Postepay è di 999 euro.

Conclusioni

Nonostante gli aspetti positivi, rimane comunque una prepagata dotata di elevati limiti, non da ultimo quello del plafond, il che la rende poco appetibile soprattutto se confrontata con altre card concorrenti (vedi anche Postepay Evolution o Postepay).