Il mondo del web è molto complesso e dietro ai siti internet si nascondono delle lunghe sequenze di numeri che ne determinano l’indirizzo in maniera univoca.

Quando digitiamo un indirizzo web diciamo che chiamiamo in causa proprio i server DNS (domain name system) che lo traducono in un indirizzo IP univoco.

Ogni provider ha ovviamente un suo server ovvero uno o più indirizzi DNS di riferimento. Alcuni, per come sono strutturati sono molto più rapidi nel caricare le pagine rispetto ad altri. Per questo motivo spesso si preferisce utilizzare indirizzi DNS sviluppati da “terzi” che garantiscono un caricamento più rapido delle pagine web e minori restrizioni.

Occupiamoci nello specifico di Vodafone

Vodafone certifica e garantisce due dns: quello primario, 91.80.35.134 e quello secondario, 91.80.35.166.

Come fare per impostarli sul vostro personal computer? Niente di più semplice. Basta recarsi sul pannello di controllo ed entrare nel sottomenù dedicato alla connessioni di rete.

Qui cliccate sul tipo di connessione che state utilizzando, rete LAN o Wireless, e dopo aver cliccato col tasto destro selezionate nel menù a tendina che vi si aprirà “proprietà“.

Selezionate, infine protocollo TCP/IP, qui vi si aprirà una finestra in cui potrete inserire i numeri sopra indicati negli appositi campi.

La procedura varia leggermente a seconda della versione del sistema operativo che avete ma in generale i passaggi sono molto simili.

Problemi DNS con la vodafone station

Purtroppo, i server di cui si fregia Vodafone (vedi anche Offerte adsl Vodafone), non sono il massimo dal punto di vista della rapidità e nondimeno hanno non poche limitazioni a livello di ciò che è possibile vedere o meno (problemi percepiti non solo da rete fissa, ma anche per le connessioni 3g da smartphone). Diciamo che si tratta di una pratica piuttosto diffusa. I grandi provider usano questi server anche per carpire importanti informazioni sugli utenti.

Vodafone in particolare grazie al suo sistema Transparent DNS Proxy fa si che anche in presenza di impostazioni manuali del DNS le informazioni vengano dirottate sui suoi server, questo a scapito della Net Neutrality o di quello che ad oggi ne resta.

Fortunatamente con la nuova Vodafone Station Revolution, se si scarica l’applicazione dedicata, è possibile disattivare il Transparent DNS Proxy e dalle impostazioni di connessione del pc sarà possibile inserire manualmente i dns desiderati.

Non è ancora possibile effettuare la disattivazione del Transparent DNS dal pannello di controllo della vodafone station ed a quanto pare non lo sarà almeno per tutto il 2015, ma è già un passo avanti.

Altre soluzioni per modificare il vostro DNS

In alternativa ci sono delle vie più o meno complicate per modificare i DNS delle vostre Vodafone Station 1 e 2 e per aggirarne le limitazioni. Tra queste è consigliabile l’uso del browser Tor o per i più esperti l’utilizzo di un server dedicato come proxy.

Approfondimenti