Disdire il contratto con un operatore telefonico desta sempre grandi preoccupazioni più che altro per le lungaggini delle procedure.

Per evitare grattacapi il più delle volte è necessario attenersi scrupolosamente alle indicazioni che gli stessi provider forniscono.

Disdetta del contratto Wind-infostrada, la procedura

Nel caso di disdetta Wind-Infostrada così come per la maggior parte dei fornitori di servizi telefonici è sufficiente andare sulla pagina internet dell’azienda dedicata e scaricare l’apposito modulo cliccando sull’icona a forma di floppy disk. Scaricato il modulo lo si deve compilare inserendo tutti i dati richiesti.

E’ necessario, inoltre, specificare se si intende effettuare un rientro in Telecom (vedi anche Meglio Infostrada o Telecom)o se si desidera chiudere definitivamente la linea (come ad esempio in caso di disdetta Infostrada per decesso). In entrambi i casi si deve inviare in raccomandata con ricevuta di ritorno il modulo compilato e firmato allegando anche una copia del documento d’identità.

Ricordiamo per completezza che chiudere definitivamente la linea significa perdere il numero di telefono. L’indirizzo a cui spedire la documentazione è il seguente: WIND TELECOMUNICAZIONI S.p.A. – CAP 14155, con riferimento all’ Ufficio Postale di Milano 65, Casella Postale 20152 Milano (MI).

Tempistiche

Le tempistiche sono sempre un tallone d’Achille. Considerate che dall’invio alla valutazione della vostra richiesta passeranno almeno una trentina di giorni, periodo nel quale dovrete continuare a pagare secondo la tariffa in corso (situazione gravosa soprattutto in caso di clienti business).

Contrariamente a Fastweb che richiede la restituzione di tutto il materiale dato ad inizio contratto in comodato d’uso , Wind-Infostrada permette il riscatto di modem (vedi anche Modem router adsl) e simili per cifre che variano a seconda della durata del rapporto cliente/azienda.

In particolare se si ha un contratto attivo da meno di 6 mesi si pagherà la cifra di 40 euro per dispositivo, cifra che diminuisce fino a 20 euro se il contratto viene annullato entro 24 mesi e un solo euro per coloro che hanno avuto un contratto attivo per più di due anni.

Costi di disattivazione del servizio

Così come molti altri provider anche Wind-Infostrada distingue la disattivazione ed il relativo costo a seconda che si tratti di un semplice rientro in Telecom o di una vera e propria cessazione. Nel dettaglio se ritornate in Telecom pagherete 35 euro; se, invece, chiudete definitivamente il contratto allora pagherete 65 euro, cifre tutto sommato oneste se paragonate ad altre aziende concorrenti.

Se non siete totalmente convinti della scelta potete annullare la disdetta sempre scaricando il modulo disponibile sul sito internet ed inviandolo allo stesso indirizzo di cui sopra.

Approfondimenti: costi e condizioni recesso
Disdetta Fastweb
Disdetta Telecom
Disdetta Wind Infostrada
Disdetta Tiscali
Disdetta Linkem
Disdetta TeleTu