L’estate si avvicina e con essa il pericolo di dover passare intere giornate negli affollati centri commerciali per sopportare il caldo opprimente.
Ecco che chi ancora non l’ha fatto inizia a pensare ad installare un condizionatore nella propria abitazione.

A questo punto subentra un altro problema. O si ha già la predisposizione o è necessario farsi coraggio ed affrontare anche qualche piccolo lavoro di muratura. Non proprio il massimo della vita, insomma.

Non disperate, però. C’è ancora un’altra strada, ovvero quella dei condizionatori senza unità esterna.
Vediamo insieme cosa offre il mercato.

Vantaggi

Il principale vantaggio di un condizionatore di questo tipo é che non necessita di impianti che richiedono una certa spesa ma soprattutto può essere trasportato più facilmente nelle diverse stanze dell’appartamento.
Inoltre spesso si adattano all’esigenza che hanno in particolare le abitazioni situate nei centri storici ove non è consentita l’installazione di apparati di climatizzazione con motore collocato all’esterno.

Caratteristiche

Questo tipo di prodotto può essere sia installato a parete che semplicemente a vista. L’unica cosa che richiede sono due aperture verso l’esterno che hanno il compito di prelevare e di reimmettere all’esterno l’aria (condizione che vale tanto per i mono che i dual split).

La regolamentazione prevede, inoltre, l’inserimento di griglie in plastica per rendere meno invasivo l’impatto verso l’esterno.
Rispetto ad un normale condizionatore è ovvio che si ha a disposizione una minor potenza ed un minor potere refrigerante. Bisogna, inoltre, fare attenzione alle proprie esigenze (vedi anche Guida alla lettura del contatore Enel). Molti prodotti di questo genere non hanno la possibilità di funzionare come inverter. Per chi non lo sapesse questa tecnologia permette di modulare la potenza di funzionamento in base alla temperatura dell’ambiente. In questo modo si ottimizzano i consumi.

Oggi come oggi ci sono tantissimi prodotti sul mercato (un tempo monopolizzato dai modelli Daikin) alcuni più funzionali, altri meno. Noi abbiamo raccolto quelli che a nostro avviso hanno un contenuto tecnico importante.

Olimpia unico air inverter

Si tratta di una tipologia di condizionatore ad incasso molto compatto. Richiede qualche lavoro in più ma avrete poi il vantaggio di non aver alcun ingombro esterno. Anche le bocchette di sfogo hanno dimensioni davvero contenute (appena 16 centimetri).
Lo trovate nelle due versioni, SF solo freddo e HP pompa di calore con una potenza di 1.8W (vedi anche Riscaldamento a infrarossi).
Possiede svariate funzioni, ma il suo maggior pregio è legato alla scarsa rumorosità.

Modelli simili ma non ad incasso sono disponibili a circa 900 euro. In rete su alcuni siti specializzati si possono trovare anche con prezzi attorno ai 700 euro, ma unicamente i modelli SF.

Pinguino De Longhi

C’è poi tutta la ben nota serie Pinguino della DeLonghi che propone prodotti sempre al passo coi tempi, accompagnati da ottime recensioni. Tra questi citiamo De Longhi Pac An 112 Silent. Si tratta di un condizionatore capace di arrivare ad una potenza refrigerante di 11000 Btu sufficiente a refrigerare ambienti con volume fino a 110 metri cubi. Valori paragonabili ad un normale condizionatore con motore esterno.
Il prezzo su Amazon si aggira intorno ai 700 euro.

Conclusioni

Pe coloro che hanno la necessità di acquistare un condizionatore senza unità esterna è bene sapere che sul mercato ci sono tanti prodotti di qualità. Fate solo attenzione a scegliere il prodotto giusto.

Approfondimenti

Torna alla pagina principale della sezione: Come ridurre i consumi del condizionatore.