Risparmiare sulla bolletta del gas non è una “sfida”, basta seguire alcuni semplici suggerimenti.
La bolletta del gas è da sempre la meno attesa, poiché si rivela la più salata, non solo a causa dell’aumento dei costi delle materie prime ma, anche, di un uso del riscaldamento spesso sbagliato, il più delle volte involontariamente. Infatti bastano pochi accorgimenti per alleggerire (anche di centinaia di euro) la bolletta del gas.

Bolletta del gas troppo alta? Consigli per risparmiare

Il consiglio iniziale per un consumatore attento alla bolletta del gas è informarsi sulla concorrenza, infatti sarà spesso possibile trovare un’offerta maggiormente conveniente tra i diversi fornitori presenti sul mercato, prestando naturalmente le giuste attenzioni, con possibilità di risparmio dai 50 ai 100 € l’anno.

Una causa dell’eccessivo costo del gas è dovuto all’impianto di riscaldamento, spesso vecchio o mal funzionante, infatti per legge i controlli della caldaia devono esser effettuati ogni 2 anni per impianti a combustibile e ogni 4 anni per impianti a metano o Gpl. La manutenzione non riguarda solo la sicurezza ma anche i consumi, ad esempio una caldaia mal funzionante consuma maggiormente pur generando la medesima quantità di calore di una caldaia in ottime condizioni.

Anche l’ambiente incide sui consumi, appartamenti che godono di infissi isolanti, l’utilizzo dei doppi vetri per finestre e balconi (con l’aggiunta di tende spesse che isolino il calore) e l’isolamento delle pareti esterne e i sottotetti sono elementi che salvaguardano i consumi. Focalizzandosi su questo aspetto, vi sono gli ecoincentivi promossi dal Governo in materia di risparmio energetico, che valgono sia per l’isolamento delle strutture e dei vetri esterni dell’immobile ma anche – qualora lo si volesse – indirizzati all’installazione di pannelli solari per la climatizzazione.

Le detrazioni nel 2015 saranno pari al 65%, per scendere nel 2016 al 36%.

Il risparmio può poi esser effettuato ogni giorno, basta cucinare le pietanze con un coperchio, così da diminuire la fiamma del fornello, prediligere nel riscaldare ad esempio il microonde e moderare l’utilizzo del forno a gas.

Mantenere una temperatura del termostato sui 18/19°C, fissando l’orario di accensione della caldaia tra le 7 e le 8 di mattina e le 19 e le 22 delle sera, è un’altra regola d’oro da tener sempre presente.