OTP significato: è l’acronimo che sta per One Time Password, ovvero una password da utilizzare una sola volta, una sorta di codice usa e getta che migliora le condizioni di sicurezza di un conto. Infatti, a differenza della password statica (quella che solitamente ci viene fornita al momento della sottoscrizione del conto o che scegliamo noi), non può essere intercettata e decriptata.

Questo significa che una volta utilizzata, la chiave numerica o alfanumerica del dispositivo, non potrà più essere riutilizzata, evitando possibili repliche e spiacevoli inconvenienti.

Dove trovo il codice?

Poiché si tratta di una password usa e getta, non può chiaramente essere memorizzata perché va generata nuova ogni volta che occorre. Questo può avvenire tramite un piccolo dispositivo fornito dalla banca che può avere un pulsante da premere (che genera una chiave numerica di 6 cifre o alfanumerica) o procedere in modo automatico ogni intervallo predefinito.

Il codice OTP può essere anche generato al momento di effettuare un’operazione, con l’invio di un apposito sms (come nel caso del conto CheBanca, Hello card, ecc) o, grazie alle nuove tecnologie, dal proprio device mobile mediante app (Bnl, Unicredit sono esempi di istituti che prevedono anche questa funzionalità).

Anche in questo caso ci si registra al servizio e si attende l’arrivo di un sms inviato dalla banca. Un tipo di questa password usa e getta viene utilizzato anche per accedere a promozioni o servizi ed in questo caso può essere anche inviato via mail.

La sicurezza prima di tutto

Come già accennato lo scopo della One Time Password è quello di aumentare la sicurezza delle transazioni e dell’acceso al proprio conto corrente, che sia bancario o su una prepagata, grazie ad un algoritmo che genera un codice assolutamente casuale non replicabile né prevedibile (sebbene ogni codice venga generato in base a quello precedente come fosse una catena).

Assolutamente sicuri anche i codici generati tramite app o inviati tramite sms, mentre per quelli inviati per mail bisogna più che altro prestare attenzione a non finire nella rete di truffe di phishing.

Come si associa un codice al proprio smartphone

In molti casi, come per esempio con Paypal (vedi anche Paypal prepagata), si deve associare il codice OTP al proprio device mediante il sito. Si accede al proprio profilo personale o ci si registra se ancora non è stato fatto, e si clicca nella sezione apposita, quindi quella inerente il codice OTP. A questo punto viene richiesto di inserire il proprio numero di cellulare e un codice verrà generato in automatico ogni volta lo si richieda.