Mastercard è uno dei principali circuiti mondiali per i pagamenti attraverso l’uso della moneta elettronica. La percentuale di carte di credito Mastercard che circolano nel mondo superano leggermente, per numero, quelle funzionanti sul circuito Visa, anche se la distribuzione non è omogenea. Le carte Mastercard sono diffuse soprattutto al di fuori della zona europea, mentre quelle Visa risultano più concentrate qui.

Per chi viaggia molto

Se ci si sposta spesso all’estero, la situazione ottimale sarebbe quella di avere con sé sia carte di credito Mastercard che Visa, così da evitare di rimanere scoperti. Ovviamente non ci sarà mai la certezza di vedere la propria carta accettata. In alcuni Paesi, come ad esempio Cuba, la titolarità di una credit card Mastercard aumenta le possibilità che venga accettata, ma il funzionamento è solo in alcune strutture ed esercizi, per cui bisogna organizzarsi anche con i contanti.

Per i costi collegati all’uso inoltre bisogna rimettersi ai costi e alle commissioni riportati nei vari fogli informativi che accompagnano la carta di credito rilasciata dalla banca presso la quale abbiamo un conto corrente. Sono pochi i casi in cui si potrà richiedere una carta di pagamento con una società senza che si abbia presso di essa anche un conto aperto, e nei casi in cui fosse possibile bisogna generalmente avere comunque un conto corrente su cui appoggiare i pagamenti. Se si è spesso al di fuori della zona Sepa, la scelta della carta Mastercard o Visa dovrebbe essere fatta anche mettendo a confronto le commissioni sul cambio valuta applicato.

Come ottenere carte gratuite

Come già accennato, non è Mastercard che decide quanto dovrà costare la gestione fissa (tramite canone annuo) della carta, e quali saranno i costi dei servizi offerti. Quindi se si desidera avere delle carte Mastercard e Visa gratuite bisogna cercare presso quelle banche che abbiano un’offerta adeguata. Qui può essere utile fare una distinzione tra quelle che sono sempre gratis (ovvero non prevedono mai l’applicazione di un canone fisso di gestione) e quelle a canone azzerabile.

Carte con canone zero

Quelle che vengono date gratis senza alcun canone, generalmente prevedono questa forma di agevolazione il primo anno. Poi dal successivo si dovrà pagare un contributo. Tra le eccezioni, che figurano anche per altri aspetti diversi dal solo canone annuale, mettiamo in cima alla lista delle preferenze la carta di credito di Webank nella versione Cartaimpronta one classic. Infatti sia per il primo anno che per quelli successivi, non è previsto alcun costo fisso per il canone. Unica eccezione si ha per le carte aggiuntive, alle quali non si estende lo stesso vantaggio, dovendo pagare un contributo annuale di 12 euro.

Vediamo nella tabella altri aspetti che rendono la carte di credito Webank una delle migliori per il circuito Mastercard:

Canone annuo primo anno Gratis
Canone annuo dal secondo annuo Gratis
Sostituzione per smarrimento o furto Gratis
Plafond da 500 fino a 7800 euro
Commissione variabile su valuta diversa dall’euro 1,5%
Commissione anticipo contante 3%

Quindi oltre ad essere una delle carte di credito Mastercard gratuite, è dotata anche di plafond personalizzabile, e un livello di commissioni variabili tra i più bassi disponibili.

Carte con canone azzerabile

Sempre sul circuito Mastercard, spicca per costi variabili e per plafond la carta di credito di CheBanca. Qui il canone è azzerabile raggiungendo solamente un ammontare di spesa annuale di 5000 euro. Il plafond è degno di una carta Oro o Black, arrivando a ben 20 mila euro. Riassumiamo le condizioni che la rendono la migliore per questo segmento di mercato (sempre per il circuito Mastercard):

Canone annuo primo anno Gratis se si raggiungono 5000 euro di spesa
Canone annuo dal secondo annuo Gratis se si raggiungono 5000 euro di spesa
canone se non si raggiunge la soglia di spesa di azzeramento 24 euro
Plafond da 1000 a 20 mila euro
Commissione variabile su valuta diversa dall’euro 1%
Commissione anticipo contante 4%

Anche in questo caso la sicurezza e il sistema di alert è molto elevato, e ovviamente gratuito.

Entrambe queste carte possono essere richieste dai titolari del conto corrente, che abbiano raggiunto i requisiti minimi richiesti, e che ovviamente siano maggiorenni come impone la normativa.

Possibile revolving?

Esistono varie versioni di carte che sono anche revolving, o lo sono in via esclusiva. Anche qui bisognerà scegliere quella che risulta il miglior compromesso tra i costi e ciò che offre, ponendo però soprattutto l’attenzione sulla sfera degli interessi applicati alla rateizzazione. Secondo dei calcoli recentemente fatti anche da alcune associazioni dei consumatori, tra le migliori, da questo punto di vista troviamo la Flexia Unicredit, soprattutto nell’uso della funzione optional revolving, per gli importi abbastanza ridotti.

In generale più che limitarsi a una revolving pura e semplice, comunque magari pagando un canone intorno ai 30 o 40 euro all’anno, è meglio optare per una a saldo con in più finzione revolving e optional revolving.

Classic, Oro o Platinum?

Mastercard prevede in realtà 4 livelli di servizi collegati alle proprie carte, che sono così classificabili:

  • Classic (la versione emessa dalla totalità delle banche che abbiano accordi con Mastercard);
  • World e World Elite: per queste, essendo dedicate a chi viaggia, in aggiunta è previsto un pacchetto di coperture assicurative. La versione Elite è riservata ai clienti che abbiano specifici requisiti patrimoniali;
  • Gold e Platinum: rientrano nel segmento Premium. Sono riservate soprattutto a clienti vip, con agevolazioni e coperture assicurative che possono essere più o meno specifiche, servizio di assistenza dedicato, e anche priority pass e trattamenti personalizzati.

Conclusioni

Sia che si scelga in Italia Mastercard che Visa si avrà la certezza di massima accettazione presso tutti gli esercizi che accettano le carte di credito. A volte per poter scegliere, per questioni personali queste carte, si dovrà scegliere a monte una banca che ne prevede la possibilità. Infatti non sono moltissime le banche che offrono pari possibilità di scelta tra Mastercard o Visa.

Se ci si sta domandando invece quale sia la serietà dell’assistenza, sicurezza della tecnologia usata (anche per i pagamenti online) e livelli di accettazione all’estero, non si possono tracciare delle linee di demarcazione ben definite rispetto al principale competitor che è e rimane Visa.