Superata l’epoca della Plus, Unicredit vede contesa la sezione della carta revolving dalla Kataweb e dalla Flexia. Quest’ultima si presenta però come la vera novità, grazie alla formula “optional” che permette di gestire la funzionalità revolving in modo ibrido, con la creazione di rate su misura.

La carta di credito Flexia infatti è una carta di credito a saldo, una carta revolving e una optional revolving, 3 funzioni che lasciano totale libertà di scelta ai suoi titolari, così da decidere di volta in volta come si vorrà procedere al pagamento.

I requisiti e le caratteristiche della carta revolving “tradizionale” Unicredit

Qualsiasi sia la scelta della carta Flexia Unicredit (ovvero appartenete alla carte etiche come la WWF, oppure dedicata ai giovani, gold o first), si avrà sempre la possibilità di aggiungere alla carta principale la carta aggiuntiva o quella famiglia.

I requisiti fondamentali sono due: essere maggiorenni e correntisti di Unicredit (vedi anche Meglio Unicredit o Fineco), per cui può essere richiesta senza busta paga fronte di un saldo soddisfacente per la banca per il suo rilascio. Inoltre a fine mese si ha sempre la possibilità di decidere come utilizzarla per saldare i pagamenti effettuati con essa, potendo combinare anche più di una scelta contemporaneamente: libertà di utilizzo essenziale per poter gestire un plafond tra i più elevati, essendo compreso da un minimo di 1000 euro fino a 5 mila euro (che arrivano a 15 mila euro per la sola versione gold).

Il canone della carta principale è di 35 euro, 25 per la versione aggiuntiva o quella famiglia (che diventano 70 euro per la gold, con 50 per la aggiuntiva o la famiglia). Altre differenze si hanno ovviamente per i servizi aggiuntivi, soprattutto assicurativi, riguardanti le versioni più blasonate, e per il tasso applicato alla versione revolving o optional revolving, essendo più contenuto sempre per la Flexia gold (vedi anche Opinioni Genius Card).

Commissione di rifornimento carburante comunque assente,1,75% per le operazioni in divisa diversa dall’euro e 4% di commissione per l’anticipo contante.

Come funziona la carta revolving Flexia?

Il suo successo non è dovuto alla doppia natura di carta revolving (che non è infatti nemmeno l’unica in casa Unicredit) ma per la combinazione di tutte le versioni di carte di credito attualmente disponibili, ovvero a saldo, con pagamento delle spese nel mese successivo, revolving (quindi rateizzazione con una rata minima di 50 euro), oppure ‘optional’ con commissione fissa a seconda del numero rate scelto.

Una totale libertà che non presenta un prezzo eccessivo, né come carta ‘rateale’ e né come carta di credito normale. Da sottolineare il possibile impiego quale riserva di denaro da tenere sempre a disposizione, dato il plafond di tutto rispetto.