L’auto ibrida. Non si tratta di un mostro spaventoso dai mille tentacoli, ma di un concetto di vettura che si sta affermando molto rapidamente negli ultimi tempi. Alla base del progetto ibrido vi è l’integrazione tra un motore termico ed un motore elettrico.

Se è vero che il grosso limite di una vettura mossa dal solo propulsore elettrico è l’autonomia e quindi l’incapacità di percorrere lunghe distanze, se abbinato ad un propulsore termico, che si fa carico del processo di ricarica della batteria, ecco allora che il grosso scoglio è in parte superato.

Peculiarità di una vettura ibrida

In realtà nelle vetture ibride di ultima generazione il concetto è molto più complesso. Il sistema elettronico permette di discriminare l’utilizzo dell’uno o dell’altro propulsore a seconda delle condizioni di guida, privilegiando il motore elettrico alle basse velocità e quello termico quando si viaggia a velocità sostenute.
Laddove il motore termico viene a mancare, sia per consumi che per prestazioni (ad esempio nello spunto ed in accelerazione) ecco che interviene il motore elettrico che avendo maggiore potenza nelle fasi ripetute di accelerazione risulta più adatto. Si capisce allora come l’auto ibrida si addica maggiormente a coloro che si spostano su percorsi cittadini.

In alcune tipologie di vetture lo switch tra motore elettrico e motore termico avviene in maniera automatica. Vi sono, però alcune vetture in cui è possibile selezionare l’uno o l’altro manualmente. Se si seleziona quello elettrico ovviamente bisogna essere consapevoli che l’autonomia sarà limitata (vedi anche Lampadine a basso consumo). Non si tratta quindi di auto elettriche in senso stretto.

Aspetto ambientale

L’altro aspetto importante è quello legato all’ambiente. I veicoli ibridi immettono nell’atmosfera molte meno sostanze inquinanti rispetto ad un motore termico. Aspetto a cui oggi si guarda con estremo interesse e sensibilità. Non guasta, poi, un notevole calo dei consumi e un buon risparmio in termini di spese di combustibile.

Quanto costa una vettura ibrida?

I contenuti ad alto valore aggiunto, si sa, si pagano. Notoriamente le vetture ibride hanno prezzi superiori rispetto alle altre tipologie. Sul mercato vi sono, ormai, numerose proposte, ma data la giovinezza del settore, è ancora molto difficile trovare auto ibride usate. Quasi tutte le più importanti case automobilistiche hanno, infatti, investito su almeno un modello di vettura ibrida. Chi recita un ruolo da protagonista è indubbiamente Toyota. Forte degli oltre 6 milioni di veicoli ibridi venduti nel mondo nel corso degli anni, può vantare una vasta gamma con prezzi competitivi. Si va dalla Yaris alla Prius passando per la Auris. Il tutto con prezzi che partono da 15400 euro per arrivare a 40000 euro.

Non mancano alternative, come la Honda Jazz venduta a partire da 19000 euro. Salendo di fascia troviamo, poi, Peugeot 3008 e 508 (da 36.000 a 44.000 euro) e Citroen DS5 (a partire da 40000 euro).

Se volete una vettura di alta gamma potete allora propendere per le proposte di BMW, Mercedes e Audi con cifre che partono dai 50000 euro a salire.