L’acquisto di un automobile mette sempre in confusione. I perchè sono diversi. Si va dall’aspetto puramente estetico a quello economico passando per la tipologia di vettura. Alimentazione a benzina, diesel o auto elettrica?
Il mondo dell’automobile si sta evolvendo molto rapidamente e se prima benzina e diesel imperversavano indisturbati, ora le alternative non mancano.

Interessante è il discorso dell’auto elettrica.

Vantaggi dell’auto elettrica

Analizzando gli aspetti positivi di un’ auto elettrica sicuramente ciò che più attrae sono i bassi costi di manutenzione rispetto ad un motore termico. Questo vale sia per la manutenzione ordinaria che per quella straordinaria. Questo perchè le parti che in un propulsore termico sono soggette ad usura in un propulsore elettrico non sono presenti, il che rende l’auto usata qualitativamente più affidabile (vedi anche Lampadine elettriche a basso consumo). Ad esempio non è presente la frizione e la frenata è rigenerativa.

L’altro vantaggio è legato al costo dell’energia. Non c’è dubbio che rispetto ad un propulsore benzina/diesel ma anche rispetto all’alimentazione a gas avrete degli enormi vantaggi (vedi anche Sistema energetico italiano). Per rendere l’idea, la ricarica di una batteria standard, che vi consente di percorrere circa 100 km, avviene ad un costo di circa 2 euro. Lascio a voi le dovute conclusioni.

Non sono poi da trascurare alcune agevolazioni di cui gode questo tipo di veicolo. In primis la possibilità di accedere alle zona a traffico limitato, non ultimo il bollo pagato per 5 anni (che rappresenta un bel risparmio), ed infine in alcune città viene offerto il parcheggio gratuito anche nelle zone blu (una bella comodità), il tutto confermato per il 2015 ma con prospettive future interessanti.

Non mancano gli svantaggi

Ovviamente non è tutto oro quello che luccica altrimenti avremmo già visto una rivoluzione nel parco auto, cosa non ancora avvenuta. Ci sono, purtroppo, degli svantaggi.

Il primo è rappresentato dai prezzi più elevati di una vettura elettrica rispetto alle altre tipologie di vettura. E’ necessario, dunque, un maggior investimento iniziale rispetto ad una vettura con motore termico. Questo solitamente spaventa così come spaventa un altro limite, l’autonomia.

Le vetture elettriche ad oggi, non hanno elevatissime autonomie e se non si è provvisti di colonnine per la ricarica rapida (per la cui installazione sono previste agevolazioni) i tempi di rigenerazione sono ancora troppo lunghi. Se sommiamo questo aspetto ad un numero ridotto di stazioni di ricarica è chiaro che diventa difficile affrontare la percorrenza di lunghe distanze. Se ci si sposta in città e si ha la possibilità di ricaricare la vettura nel garage di casa siete molto fortunati, in generale non è così ed è un grosso limite.

Concludendo

L’auto elettrica rappresenta sicuramente il futuro. Pur nei suoi limiti, che verranno sicuramente superati nel tempo, è ciò che di più promettente offre il mercato.