Avete un’azienda con grandi magazzini e state pensando di installare un impianto di allarme e volete massimizzare efficienza e costi? Oppure volete rendere più sicuro il camper o l’auto, o la sicurezza di una casa isolata?

Tra le soluzioni presenti sul mercato, una che sicuramente si adatta a questo tipo di situazioni è l’antifurto perimetrale.
Ci sono diverse tipologie di antifurto perimetrale esterno. Vediamo insieme quali sono e che prerogative hanno.

Barriera a microonde

Se vi trovate in un ambiente con scarsa visibilità a causa delle frequenti nebbie o in generale di tempo spesso piovoso potete pensare di installare questo tipo di antifurto.
In pratica è costituito da una serie di colonne con emettitori e ricevitori di microonde che creano un campo stabile. Quando l’intruso entra in questo campo violando la stabilità del segnale viene emesso l’allarme.

Sensori interrati

Questo tipo di antifurto è molto diffuso in quanto è praticamente impossibile da individuare.
I sensori vengono, infatti, inseriti nel terreno e hanno un’ elevata precisione. Riescono a distinguere il passaggio di un animale dal passaggio di una persona.
Non avendo delle parti in rilievo sono molto indicati quando si vuol dare risalto anche all’aspetto estetico (vedi anche Condizionatore senza unità esterna), ad esempio per l’antifurto di una villa con giardino.

Sensori ad infrarossi

Forse tra le opzioni disponibili in questo settore è la più economica e per questo una delle più richieste.
Anche in questo caso attraverso delle apposite colonne viene generata una barriera ad infrarossi (vedi anche Riscaldamento ad infrarossi).
Limite: non è molto adatto in luoghi con scarsa visibilità.

I limiti più comuni di questo tipo di allarme

Purtroppo essendo dei sistemi di allarme collocati all’esterno sono soggetti a perdita di efficacia in alcune condizioni.
Gli agenti atmosferici possono modificare l’area di copertura di un sistema ad infrarossi o a microonde generando continui falsi allarmi.
In particolare la neve e la grandine interrompono il raggio a infrarossi, così come la nebbia tende a schermarlo. L’acqua è il principale nemico di un sistema a microonde, in quanto riesce a rifletterle.

Prezzi di un sistema d’ allarme perimetrale

Partiamo col dire che il prezzo di un impianto d’allarme di questo tipo dipende da vari fattori. In primo luogo l’ampiezza dell’area da monitorare che richiederà un maggior numero di sensori e/o colonne (ce ne sono diversi a seconda del range di invio/ricezione segnale).
In generale si trovano comunque prodotti per tutte le tasche, anche kit fai da te a poco prezzo. Personalmente ritengo che spendere qualche soldo in più potrebbe mettere al riparo da continui falsi allarmi.

In questo caso vale il detto: chi più spende, meno spende.

Approfondimenti

Torna alla pagina principale della sezione Guida allarme casa.