Nell’acquisto di una casa oggi come oggi va valutata con attenzione l’installazione di un impianto di allarme.
Soprattutto se abitate in una grande città e durante il giorno per questioni lavorative siete spesso fuori casa, sarebbe bene dotare il vostro immobile di un sistema di antifurto adeguato.

In commercio ne esistono di diversi tipi, con o senza fili (vedi anche Hotspot Wifi) ed i costi cambiano in maniera evidente a seconda di cosa si sceglie. Piccolo consiglio, non fatevi attrarre da prezzi molto vantaggiosi perchè potreste ritrovarvi un prodotto di scarsa qualità.

Composizione di un impianto d’ allarme tipo

Un classico sistema di allarme si compone di tre parti principali. Un elemento centrale, dotato di batteria, i rilevatori (normalmente dei sensori o telecamere) e i dispositivi di diffusione dell’allarme (sirene e simili).

La centrale di controllo è l’elemento principale dell’impianto. Le sue caratteristiche variano a seconda di quanti sensori/rilevatori sono necessari e vi consente di tenere sotto controllo lo stato del sistema.

Le centraline moderne hanno oltre alla più nota funzionalità di inviare il segnale al centro di sorveglianza anche quella di avvisare i padroni di casa e/o altri numeri impostati in modo da consentire, anche quando si è lontani, di avere tutto sotto controllo.

I diffusori d’ allarme hanno il compito di dissuadere il malintenzionato dal portare a termine la sua azione e di richiamare l’attenzione segnalando che qualcosa non va.
Possono essere sia per interno che per esterno.

Come funziona un impianto di allarme

I vari componenti dell’impianto possono essere collegati tra loro via cavo ma anche via radio in modalità wireless.
Quest’ ultima è molto comoda perchè vi consente di installare un impianto senza necessità di effettuare dei lavori.
Un impianto via cavo ha la difficoltà di richiedere dei lavori murali (vedi anche Caldaie murali) ma ha dalla sua il vantaggio di una manutenzione minore rispetto ad un sistema wireless (sostituzione batterie dei sensori e della centrale). C’è anche la possibilità di avere un sistema misto (sia via cavo che via wireless).

Quale scegliere? Ad oggi i due sistemi a livello di prestazioni si equivalgono.

Come scegliere il sistema migliore

Come sempre un sistema di allarme migliore di un altro non esiste. Considerando che si tratta di un aspetto molto importante è bene valutare con attenzione la scelta del proprio antifurto, vista anche la grande diffusione di modelli acquistabili online (anche su Amazon) o nei grandi Brico, ecc.

Affidarsi alle proprie (spesso scarse) competenze per acquistare kit che promettono protezione completa per qualsiasi alloggio potrebbe rivelarsi deleterio.
Il parere di un esperto potrebbe mettervi al riparo da brutte sorprese e farvi spendere meno soldi di quanto non sia in realtà necessario.

Approfondimenti