Quante volte ci è capitato di avere internet lento o delle improvvise e ripetute cadute di linea, di questi tempi è un problema molto diffuso in Italia e le cause di solito sono sempre le stesse. Spesso la bassa qualità della nostra linea è causata dalla degradazione della rete e dai disservizi da parte dei provider, invece in alcuni casi la causa è da trovare in un malfunzionamento o in una configurazione non ottimale del computer. Come fare a capire qual è la causa per prendere provvedimenti?

Verificare la velocità effettiva della rete

La prima cosa da fare è verificare se effettivamente la linea adsl è lenta o se dipende dalla configurazione dei nostri dispositivi, la velocità della linea la possiamo verificare grazie ai test presenti online. Un test certificato nonchè uno dei più affidabili è Ne.Me.Sys. messo a disposizione dall’ Autorità Delle Garanzie Nelle Comunicazioni, con questo programma è possibile monitorare per 24 ore la velocità, le cadute di linea e gli eventuali errori della nostra linea adsl, e dopo che avremo ottenuto i risultati potremo compararli con le velocità minime contrattuali garantite dal nostro provider.

Se comparando i risultati con le velocità minime garantite troviamo che la linea adsl è realmente lenta dobbiamo contattare il servizio clienti del nostro operatore per far presente il problema ed eventualmente riceveremo informazioni sul malfunzionamento e sui modi per risolverlo, se invece abbiamo un problema all’impianto di casa manderanno un tecnico a controllare.

Se la causa non è il provider?

Se nel caso una volta effettuati i test dovessimo riscontrare che le velocità sono in regola con quelle garantite dal nostro provider allora è il caso di controllare la configurazione del nostro computer.

Come prima cosa da fare consigliamo di configurare i server DNS. I server DNS in breve non sono altro che dei servizi che ci permettono di visitare siti internet digitando sulla barra degli indirizzi testi semplici (es. yahoo.com), altrimenti dovremmo inserire una stringa di numeri molto complessa cioè il reale indirizzo sulla rete. È molto importante che questo tipo di servizi siano veloci ad elaborare il testo inserito in modo da cercare l’indirizzo del sito che vogliamo visitare, per questo motivo sono nati due servizi gratuiti: Open DNS e Google DNS.

Come impostare i DNS?

Per impostare i DNS in Windows dobbiamo accedere al “centro connessioni di rete e condivisione” cliccando con il tasto  destro del mouse sull’icona di rete presente nella barra delle notifiche, poi andare su “modifica impostazioni scheda” e selezionare la connessione in uso e clicchiamo su “proprietà”. Adesso selezioniamo la voce “Protocollo Internet versione 4 (TCP/IPv4)”  e mettiamo la spunta su “Utilizza i seguenti indirizzi server DNS” e inseriamo i parametri a seconda del servizio che vogliamo utilizzare:

  • Open DNS:  Server DNS preferito (208.67.222.222) Server DNS alternativo (208.67.220.220)
  • Google DNS: Server DNS preferito (8.8.8.8) Server DNS alternativo (8.8.4.4)

Una volta inseriti premere ok e chiudere tutte le finestre aperte.

Altre piccole accortezze

  • Assicurarsi che il browser di navigazione non sia pieno di plugin installati ad esempio le varie toolbar o altri programmini che lo vadano ad appesantire
  • Controllare che nel computer non ci sia la presenza di virus che ne possono causare il malfunzionamento
  • Nel caso in cui si usufruisca di una connessione wi-fi controllare la potenza del segnale recepita dal vostro dispositivo
  • Tenere spenti tutti i programmi di download e di P2P durante la navigazione

Oltre a configurare e a fare tutte queste piccole operazioni manualmente per rendere più veloce la navigazione del nostro computer possiamo affidarci a dei programmi che analizzano e correggono automaticamente tutte le impostazioni e gli errori in modo ottimale come ad esempio “IObit Advanced SystemCare” o ” Advanced System Optimizer”.