Buongiorno amici lettori!
Anche oggi abbiamo redatto questo articolo pensando a voi, alle vostre esigenze e soprattutto ai vostri messaggi. Proprio qualche giorno fa, infatti, abbiamo ricevuto una richiesta su di un tema poco conosciuto ed interessante che siamo sicuri possa interessare molti di voi. Stiamo parlando di “Adsl Condominiale”, una possibilità poco sfruttata ma che potrebbe garantire un bel risparmio!

Di seguito abbiamo riassunto le domande più comuni sull’argomento, in modo da potervi offrire una panoramica generale, ma non priva di dettagli.

Cos’è l’Adsl condominiale?

La linea Adsl condominiale, funziona esattamente come quella domestica ma “in grande”: il gestore fornisce una banda condominiale più “capiente” rispetto a quella dell’adsl casalinga e grazie ad antenne e ad amplificatori di segnale, l’intero edificio viene connesso.
A ciascun condomino verrà poi fornita una username ed una password personale, garantendo la privacy di navigazione e rendendo riconducibile alla persona fisica l’IP di connessione.

L’Adsl condominiale è legale?

Grazie all’evolversi dei testi giuridici, questo prodotto è assolutamente legale, al pari delle connessioni in condivisione disponibili negli hotel o nei ristoranti. Ad ogni utente, infatti, è assegnato un IP univoco (e quindi sarà perfettamente identificabile).

Quali sono i costi per attivare l’adsl condominiale?

I costi subiscono variazioni in base al numero di condomini interessati (e di conseguenza alla “grandezza” della banda richiesta per la navigazione). In media, si parla di un dimezzamento del costo mensile, rispetto ad un abbonamento casalingo. È da considerare però anche il costo d’installazione dell’impianto (router, antenne, lavoro tecnico) di circa 1500 euro.

Quali sono i principali vantaggi di una linea condominiale?

Oltre al contenimento dei costi (e quindi ad un consistente risparmio per le nostre tasche), un altro vantaggio da non sottovalutare è la possibilità di mantenere alti volumi di traffico nei momenti di minor carico, grazie a costanti controlli sulla rete. Inoltre anche i costi di manutenzione, ripartiti su tutti i condomini, diventano molto meno impattanti per il singolo.

Qual è l’iter burocratico per l’installazione di un impianto di adsl condominiale?

Per installare questo impianto occorre la delibera dell’assemblea condominiale con una maggioranza di almeno un terzo dei partecipanti, quindi al pari dell’installazione della parabola satellitare. Ovviamente, più saranno i partecipanti, maggiori saranno i benefici in termini economici.

Se l’approvazione viene data dall’assemblea (indipendentemente se per unanimità o per maggioranza), sarà l’amministratore di condominio a gestire poi l’intero processo d’installazione ed avvio della linea.

In caso l’assemblea respinga la mozione, si può fare qualcosa?

Se solo pochi condomini fossero interessati alla linea adsl condominiale e quindi la proposta venisse bocciata, non è detto che non sia possibile realizzare l’impianto. Infatti, se quest’ultimo non lede al decoro dell’edificio o alla libertà degli altri condomini, è possibile installare una rete “privata” da gestire fra gli interessati.

L’Adsl condominiale si può realizzare solo in stabili nuovi o seminuovi?

Se lo stabile è di recente costruzione sarà sicuramente più semplice provvedere all’installazione del router e delle antenne wireless. I gestori, però, garantiscono la piena realizzabilità dell’impianto anche in strutture più datate. Quindi non esistono vincoli bloccanti relativi all’edificio.

Quali operatori offrono questo servizio?

Gli operatori che offrono questo servizio sono molti, anche se non noti a livello nazionale. A titolo puramente informativo citiamo i gestori – pionieri, come: Pantanet, Wicom e Nsc.

Come avrete dedotto, l’Adsl condominiale è una scelta realizzabile, economica e di elevata qualità. Se anche nel vostro condominio la richiesta di adsl è elevata (come già specificato, maggiore sono i condomini interessati, minore sarà il costo mensile del servizio), questa soluzione può essere fonte di un cospicuo risparmio.

Proporre questo servizio alla prossima riunione di condominio può diventare l’occasione per cominciare a risparmiare senza rinunciare ad un’ottima connessione.